Ama Luma.......per una ventata di entusiasmo non è mai troppo tardi

Il mondo di Blonde Black Dress di Giulia Susan Gianassi

pubblicato il 28/02/2017 in Costume e società da Giulia Susan Gianassi
Condividi su:
Giulia Susan Gianassi

Sono sempre stata affascinata dal Teatro: le quinte, il legno del palco che scricchiola sotto le suole consumate e poi finalmente il sipario.

Mi ricordo che già ai tempi delle elementari  ero sempre in prima fila quando verso fine anno ci si preparava ad andare in scena.
Alla pallavolo e ai doposcuola preferivo di gran lunga studiare quelle 4 o 5 battute da recitare con fierezza nel refettorio della scuola  Sacro Cuore adibito a teatro.

Tutte le volte che vado a teatro l'emozione si ripete sempre.

Ieri sera ho assistito ad uno spettacolo bellissimo: AMA LUMA, bello perché prima di tutto è stato creato con lo scopo di raccogliere fondi per le popolazioni terremotate e secondo perché un gruppo di ragazzi guidati da una passione smisurata hanno avuto la forza e il coraggio di provarci.

Hanno avuto le "palle" di salire sul palco del Teatro Puccini di Firenze, hanno rischiato, avranno passato notti insonni studiando le luci, il copione, gli attacchi musicali.
Si saranno incazzati fino alle lacrime e avranno riso fino alle lacrime.
Hanno rischiato, poteva andare male, potevano uscirne delusi e invece no, hanno creato un bello spettacolo: divertente, di qualità, musica, recitazione e coreografie.

Certe volte i giudici più severi e spietati di noi stessi siamo proprio noi. Quante volte ci diciamo "tanto non ce la faccio" "andrà male" "non ne sono capace".

Bravi ragazzi perché senza il vostro entusiasmo stasera sarei stata a casa sul divano e mi sarei persa questa ventata di entusiasmo!
Quasi quasi ritiro fuori dal cassetto il mio sogno di fare musical perché forse, anche a 34 anni non è mai troppo tardi!

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password