Dopo 35 anni Stefano Ricci riapre la Sala Bianca di Palazzo Pitti alla moda

In passerella anche Andrea Bocelli con i figli

pubblicato il 12/01/2017 in Costume e società da Elisabetta Failla
Condividi su:
Elisabetta Failla
Andrea Bocelli in passerella con i figli

Dopo 35 anni la Sala Bianca di Palazzo Pitti è tornata ad accogliere la moda italiana grazie alla Maison fiorentina Stefano Ricci. Fu in questo luogo storico, infatti, che negli anni’ 50 furono infatti organizzate le prime sfilate dell’allora nascente Made in Italy.
Lo stile italiano è tornato protagonista con la collezione di alta moda maschile dell'azienda fiorentina da 145 milioni di fatturato che ha sfilato alle 14 per la presentazione alla stampa e poi alle 21 per i clienti e buyers internazionali: un trionfo di eleganza classica e sofisticata, moderna eppure senza tempo, presentato da modelli di tutte le età, che ha esaltato le lavorazioni sartoriali, i dettagli ricercati, i materiali preziosi come le sete dell'Antico Setificio Fiorentino proprietà sempre della famiglia Ricci. Blu, amaranto, nero i colori in cui è declinata la collezione destinata a un pubblico internazionale, visto che la maison vende all'estero il 90% della produzione. In passerella anche i bambini, vestiti Stefano Ricci Junior, perché "l'eleganza s'impara fin da piccoli, con la staffetta del bello e dell’esclusivo passata di padre in figlio", h spiegato Stefano Ricci. In passerella anche un testimonial di eccezione: Andrea Bocelli, che da tre anni veste Stefano Ricci, in frac e accompagnato dai due figli Amos e Matteo in giacca smoking bianca.
La sfilata ha già dal suo allestimento rispettato il luogo che l’ha ospitata. La Sala Bianca, così chiamata per gli stucchi candidi di gusto neoclassico voluti dal Granduca Pietro Leopoldo, è stata trasformata in una sorta di giardino estivo con 11 mila boccioli di fresche rose bianche sulle due pareti che fanno da sfondo e una passerella bianca lunga 18 metri e alta.
Per Stefano Ricci, alla guida della maison con la moglie Claudia e i figli Niccolò (amministratore delegato) e Filippo (direttore creativo), è una grande emozione che segna i 45 anni di vita dell'azienda: “La Sala Bianca torna a essere la culla dove è nato il made in Italy e da oggi riprende il suo luminoso cammino di stile –ha detto – Ḕ un sogno pensare che con oggi Firenze abbia certificato di essere la capitale della moda uomo. Oggi abbiamo aperto le porte a questa Sala meravigliosa sperando che altri brand riescano a sfilare qui”.
Emozionato anche il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, che sovrintende su Palazzo Pitti e che ha concesso lo spazio, già richiesto da altri brand: “Ci auguriamo che non rimanga un evento singolo, anche se per accogliere altri marchi serve un progetto culturale come quello che sta alla base della sfilata di Ricci. E' davvero una rinascita, dopo una pausa di 35 anni si è tornati a sfilare rispettando la monumentalità di questa sala”.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password