Ex capo Cia e Pentagono sarà prossima guida dei Boys Scout d'America

Un cambio di guida... al vertice per Robert Gates

pubblicato il 31/10/2013 in Costume e società da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

I Boy Scouts d'America ora avranno un presidente d'eccezione, l'ex ministro della Difesa e già capo della Cia Robert Gates. La nomina, che dovrà essere comunque ratificata dal Consiglio nazionale, è stata annunciata dal 'board' dell'associazione che riunisce 2,6 milioni di giovani in tutto il Paese. Il 70enne ex analista di carriera dell'intelligence, nominato alla guida della Cia da George Bush padre tra il 1991 e il 1993, e poi alla guida della Difesa dal Bush figlio nel 2006, incarico a cui fu poi confermato per il primo mandato di Barack Obama, assumerà, se confermato, l'incarico il prossimo maggio.

"Non c'è un programma migliore per preparare i ragazzi americani ad essere cittadini e leader di quello dei Boy Scouts", ha detto Gates che, ovviamente è stato uno scout da ragazzo, arrivando al grado di "eagle", quello più alto dei capi squadriglia, ed in passato membro del board nazionale. "Essendo stato un eagle - ha detto ancora ricordando le sue esperienze giovanili - ho imparato direttamente che grande impatto ha questo programma e credo che la sua missione sia più importante oggi che mai". Gates, che da capo del Pentagono ha coordinato l'adeguamento delle Forze Armate americane alle nuove direttive che hanno aperto le porte ai gay dichiarati, si troverà ad affrontare un passaggio simile anche in seno agli scouts. Lo scorso maggio, infatti, il Consiglio Nazionale ha approvato, con il 61% dei voti, l'abolizione del divieto di partecipazione all'associazione per i gay dichiarati.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password