Inizia il sinodo sulla famiglia

270 i padri sinodali impegnati da oggi al 25 ottobre per il sinodo sulla famiglia

pubblicato il 05/10/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Le tre settimane del Sinodo saranno dedicate una ciascuno ai tre temi sui quali sono attese decisioni "L'ascolto delle sfide sulla famiglia", "Il discernimento della vocazione familiare"e  "La missione della famiglia oggi"

Dei 270 prelati preposti al sinodo,  180 eletti, gli altri 90 divisi circa a metà tra i capi dicastero della Curia Romana o di chiese orientali e quelli nominati dal Papa per questa assemblea, più due semplici parroci italiani. l Papa ha voluto anche la presenza dei diretti interessati invitando, genitori e capi famiglie, per un totale di 18 persone.

I  padri sinodali inizieranno la loro discussione dalla proposta all'ammissione dei divorziati risposati alla comunione,  su una maggiore accoglienza verso i gay che sono aperture dai  questionari voluti dal Papa,
Alla conferenza  stampa di presentazione il segretario generale Lorenzo Baldisseri : "Questa Assemblea  rappresenta il momento conclusivo del percorso sinodale iniziato due anni fa, con l'invio del primo questionario a tutte le Chiese particolari, mediante il quale e' stato possibile delineare il profilo della famiglia nel mondo, delle sue ricchezze e delle sue sfide.
Ognuno avrà diritto a interventi di tre minuti , ma il confronto arriverà soprattutto nei 13 "circoli minori" che alla fine di ogni settimana forniranno ciscuno un documento di sintesi che sarà pubblicato dalla Sala Stampa Vaticana.

Una Commissione, di cui non fa parte nessun componente la   Curia Romana, preparerà il documento di sintesi e al termine delle tre tappe di lavoro e stilerà il progetto della Relazione finale, che sarà presentata   in aula e rappresenterà, ha spiegato il cardinale Baldisseri, "la composizione di tre testi che hanno gia' recepito i modi collettivi dei Circuli minores - le cui relazioni sono state lette in Aula e pubblicate - ulteriori interventi devono essere avanzati nel rispetto del lavoro collegiale sin qui condotto".
Dopo di che  la Commissione provvederà all'elaborazione del testo definitivo della Relatio finalis, che nel mattino di sabato 24 ottobre verrà presentato in Aula e nel pomeriggio sottoposto al suffragio dell'Assemblea

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password