Mattarella: “Si intravede sentiero di sviluppo”

"Le chiusure contraddicono i valori dell'Europa"

pubblicato il 05/09/2015 in Attualità da Gianluca Vivacqua
Condividi su:
Gianluca Vivacqua
Mattarella apre il Quirinale

L’Istat certifica i primi moderati segnali di ripresa dell’occupazione italiana.

E c’è di più: sulla base dei dati Bankitalia, l’Abi (Associazione delle banche italiane) annuncia che, nel settore del manifatturiero, i prestiti delle banche alle imprese complessivamente sono aumentati, nell’ultimo anno (gli aggiornamenti più recenti si riferiscono a giugno 2015), dello 0,67%. La parte del leone la fanno le aziende produttrici di autoveicoli (in loro favore un incremento di credito del 4,67%). Il capo dello Stato Sergio Mattarella, intervenuto in videoconferenza al forum Ambrosetti di Cernobbio (tradizionale think summit internazionale sull’economia), pur nei consueti toni di razionale sobrietà non nasconde la propria soddisfazione per questa timida primavera dell’economia del Belpaese, sbocciata proprio nel cuore di un’estate calda in modo anomalo.

I dati di questi mesi dimostrano che la strada di un nuovo sviluppo italiano è percorribile”, ha detto il presidente. La crisi è stata dura, indubitabilmente, ed è, come dire, ancora tutta intorno a noi; ma la vitalità economica italiana , nel bene o nel male, è riuscita a preservare sé stessa, ed oggi comincia a far nuovamente capolino. Una vitalità, sottolinea Mattarella, che si esalta soprattutto quando ci sono le grandi occasioni di impegno produttivo, “come l’Expo”.

Sul capitolo Ue ed immigrazione, piena sintonia con Renzi. Per un post-Dublino. “Dico anch’io più Europa. Le chiusure che pretendono di essere insuperabili smentiscono i valori della nostra civiltà. È vero che la logica dell’emergenza, e gli scenari di crisi,  rendono il nostro continente più debole, se frazionato negli egoismi, ed è proprio per questo che servono nuove regole comuni e condivise, ad esempio sul diritto d’asilo.” Più Europa anche contro le mafie, perché si tratta di una “sfida globale, e in tale dimensione va affrontata.”         

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password