Critiche a Monsignor Angelo Bagnasco

Le esternazioni di Bagnasco sulle unioni civili dividono il mondo politico

pubblicato il 24/08/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento e alle Riforme, Ivan Scalfarotto, replica al presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco, sulle unioni civili, il quale ha dichiarato che è scorretto dare gli stessi diritti della famiglia alle coppie di fatto.

"Tutto quello che sta succedendo nella parte più avanzata del mondo  contrasta con quanto succede in Italia.Bagnasco, quindi, è oggettivamente fuori dal tempo e vuole lasciarci in compagnia di quei paesi che non rispettano i diritti umani. Infatti, la Corte europea dei diritti dell'uomo ha condannato l'Italia, precisando che la nostra realtà, in assenza di un riconoscimento delle coppie omosessuali, costituisce una violazione dei diritti dell'uomo". Dichiara Scalfarotto

"Chiedo, quindi, a Bagnasco se lui trova compatibile con il rango che l'Italia ha all'interno della comunità internazionale il fatto che il nostro Paese sia condannato perché all'interno del suo ordinamento giuridico si consuma una violazione dei diritti umani. La politica, con tutto il rispetto per le opinioni del cardinale Bagnasco, deve quanto prima legiferare in materia, per evitare, che sia un giudice italiano   o internazionale a risolvere la questione, dando così un ulteriore colpo alla credibilità della politica, che tanto pare preoccupare i vescovi italiani in questo momento".

Dura anche la reazione di Franco Grillini, presidente di Gaynet Italia, che punta il dito contro il ''trionfo di razzismo omofobo'' espresso da Bagnasco. Il presidente Cei, secondo Grillini, "stronca senza mezzi termini la pdl sulle unioni civili in discussione al Senato e riapre lo scontro frontale tra chiesa romano-cattolica e lo Stato laico sui diritti di 5 milioni di cittadini Lgbt italiani".

Dalla parte di Bagnasco invece il deputato di Area popolare, Alessandro Pagano, promotore del comitato 'Parlamentari per la famiglia'.  Bagnasco incontra il favore anche del governatore della Lombardia Roberto Maroni che su Twitter scrive: "Questa la chiesa che mi piace".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password