Roma: funerali in stile 'Coppola' per Vittorio Casamonica

Il feretro del boss è stato trasportato in chiesa da sei cavalli neri sulle note della colonna sonora de 'Il Padrino'

pubblicato il 20/08/2015 in Attualità da Danilo Di Laudo
Condividi su:
Danilo Di Laudo
Foto Panorama

ROMA – Nel pomeriggio di oggi si è svolto un funerale nella capitale, nulla di strano si direbbe se al defunto, Vittorio Casamonica – uno dei maggiori esponenti dell’omonimo clan e accusato di racket, usura e traffico di droga – non fosse stato organizzato un funerale in stile ‘Il Padrino’.
La carrozza con il feretro – ornata da bassorilievi dorati – è stata trainata dai sei cavalli neri, sotto una pioggia di petali di rosa e sulle note della colonna sonora del film di Coppola, suonata da un’intera orchestra.

Addirittura sui manifesti fatti stampare si legge la scritta "Hai conquistato Roma, ora conquista il paradiso" e "Vittorio Casamonica re di Roma". Grande l’affluenza di persone che hanno voluto portare il loro ultimo saluto al boss, molti hanno commentato con frasi del tipo "Era una brava persona, corretta".

Solo al termine della funzione la bara è stata trasportata da una Rolls Royce mentre la banda musicale ha suonato la colonna sonora di, un altro celebre film: ‘2001 Odissea nello spazio’.

UN PRECEDENTE – La basilica in cui si sono svolti i funerali di Casamonica è quella di San Giovanni Bosco a Cinecittà che, in passato, attraverso il Vicariato di Roma e il Cardinal Ruini aveva rifiutato di celebrare i funerali del militante del Partito Radicale Piergiorgio Welby.
Welby si era impegnato per il riconoscimento legale del diritto al rifiuto dell’accanimento terapeutico e per il diritto all’eutanasia.
Proprio in seguito alla morte, avvenuta solo grazie all’ausilio di alcuni sanitari, la moglie di Welby aveva scelto la chiesa di Cinecittà per il rito cattolico ma, in seguito al rifiuto del VIcariato, il funerale fu celebrato secondo il rito laico nella piazza antistante la chiesa stessa.

LE REAZIONI DEL MONDO POLITICO - Immediate le reazioni dei politici soprattutto sui social network. Non a caso Matteo Orfini (Pd) ha commentato :"Mai più. Roma non può essere sfregiata da chi la vorrebbe far diventare un set del Padrino".

Sel si spinge oltre chiedendo un’interrogazione direttamente al ministro dell’interno Alfano, i cui deputati giudicano la vicenda ‘incredibile’ pretendendo una presa di posizione da parte della chiesa.
Infine Bonelli (Verdi) parla di Sfida allo stato commentando gli sfarzosi funerali: "Un messaggio di forza nei confronti dello Stato e una ricchezza ostentata il funerale di Vittorio Casamonica a Roma che si è svolto con la musica del padrino. Chiedo come sia stato possibile che nel centro di Roma un elicottero abbia potuto volare così basso e che un funerale così sfarzoso sia stato celebrato in una Chiesa".

Fonte Ansa.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password