Napoli: Spara a moglie e figlio poi si suicida

La donna uccisa era la sorella dell’assessore alla cultura del comune di Napoli

pubblicato il 16/07/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Cesare Cuozzo, 53 anni, ha sparato alla moglie Anna Daniele al  figlio Nicola diciassettenne e infine si è suicidato. La moglie era sorella dell’assessore alla cultura del comune di  Napoli Nino Daniele, viveva in via Ammiraglio Aubry e una terza sorella viveva con lei nel medesimo palazzo.

E' stata proprio la sorella di Anna Daniele a scoprire quanto accaduto. Non avendo da giorni notizie dei parenti ha aperto la porta dell’appartamento con l’ausilio di un fabbro e ha scoperto i tre corpi senza vita della sorella del nipote e del cognato.

Accorso immediatamente anche l’assessore Nino Daniele. Molti i messaggi di vicinanza e condoglianze primo tra tutti quello del sindaco di Napoli Luigi de Magistris .
Cesare Cuozzo, era mentalmente disturbato, operatore scolastico in pensione, era in cura presso un centro di igiene mentale da oltre dieci anni per una patologia psichica.
Nell’appartamento è stata trovata la pistola revolver 38 con la quale il Cuozzo ha sparato ma  che non risulta però di sua proprietà.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password