Mille migranti salvati nelle ultime 24 ore tra la Libia e l'Italia

Oltre duecento gli sbarcati a Lampedusa, la Sicilia si prepara ad accogliere gli altri

pubblicato il 11/04/2015 in Attualità da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino
Courtesy Cisom

Sono circa mille, tra cui una decina di bambini e venti donne, i migranti salvati tra ieri e oggi nel tratto di mare che separa le coste libiche dall'Italia.

Le chiamate di soccorso alla Guardia Costiera, arrivate tramite chiamata satellitare, sono arrivate nel pomeriggio di ieri per dei barconi in difficoltà a circa 30 miglia dalle coste libiche.

Sul posto la Guardia Costiera ha inviato la nave Fiorillo e una motovedetta classe 300, mentre venivano dirottati sulla zona alcuni mercantili insieme al pattugliatore Orione della Marina Militare.

Circa 220 le persone imbarcate dalle carrette del mare, sulla quale è stato rinvenuto anche un cadavere, sul pattugliatore militare e poi trasbordate sulle unità della Guardia Costiera, che in questo momento stanno sbarcando a Lampedusa.

Tra di loro almeno una decina i bambini e venti donne, stando al CISOM, il Corpo Italiano di Soccorso dell'Ordine di Malta, che opera a bordo delle unità GC e a Lampedusa con dieci soccorritori per fornire cure mediche e prima assistenza.

Altri 235 migranti sono stati trasbordati sul mercantile Cape Bon con l'assistenza della Marina Militare, diretto ora verso il porto siciliano di Augusta mentre l'ultimo barcone è stato soccorso dai mercantili City of Hamburg e  Maersk Regensburg, che hanno preso a bordo rispettivamente 93 e 429 migranti, e che ora stanno facendo rotta verso Porto Empedocle.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password