Pasqua e pasquetta per musei senza biglietto

La Pasqua cade nella domenica dei musei aperti e per l’occasione saranno anche gratis

pubblicato il 05/04/2015 in Attualità da Valentina Roselli
Condividi su:
Valentina Roselli

Pasqua e pasquetta al museo e  ancora più interessante il fatto che saranno gratuiti. Vediamo in dettaglio cosa si potrà ammirare senza biglietto in tutta Italia.

Grande Pasqua a Roma, dove anche i musei civici saranno gratuiti per i residenti della capitale e della città metropolitana. Sempre nella capitale si possono visitare le meraviglie del Museo Etrusco di Villa Giulia, o le antichità della Crypta Balbi, la nuova galleria di arte moderna Maxxi In tutto il Lazio , i monasteri di San Benedetto e Santa Scolastica a Subiaco, o Palazzo Farnese a Caprarola, Palazzo Altieri di Oriolo Romano.

In  Lombardia merita una visita il nobile e suggestivo castello di Palazzo Besta a Teglio a Sondrio. Nelle Marche non può mancare la visita alla chiesa di Santa Maria di Portonovo, capolavoro immerso nella Riviera del Conero, fulgido esempio di architettura romanica.

In Piemonte imbarazzo della scelta tra i castelli di Aglié a Serralunga d'Alba, senza saltare naturalmente la fastosa reggia di Racconigi e il Palazzo Reale di Torino. La Puglia apre i cancelli dei castelli tra i più famosi in Europa dal Castello Svevo di Bari a quelli di Trani e Castel del Monte. Ma ci sono anche le antichità di Palazzo Simi a Barie il museo e l'area archeologica di Monte Sannace a Gioia del Colle.

A Firenze Occasione imperdibile con l’apertura di tutto il polo Museale, e di Palazzo Davanzati per scoprire come era la casa fiorentina antica nelle sale restaurate ai primi del 1900, dall'antiquario Elia Volpi.

In Veneto non può mancare una visita alle celebri  ville, in particolar modo la superba villa Pisani di Stra con le sue stanze affacciate sul Naviglio del Brenta, colma di arredi e di arte del Settecento e Ottocento.

In Umbria è imperdibile l'imponente Rocca Albornoziana, la fortezza eretta sul Colle Sant'Elia e ad Orvieto visita non solo della cattedrale ma anche dei sotterranei.

A Genova si aprono le porte della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola.

In Emilia Romagna da segnalare Parma che apre le porte dell'Antica Spezieria di san Giovanni Evangelista, con i suoi scaffali colmi di antichi strumenti usati dai monaci per la lavorazione delle erbe officinali e la preparazione degli antichi "medicamenta".

Possibilità di scoprire nuovi tesori anche a Napoli, con aperture di siti usualmente chiusi al pubblico: il Gabinetto delle Gemme al Museo Archeologico di Napoli, le Salette pompeiane dell'appartamento di Ferdinando II a Palazzo Reale, i sotterranei gotici del Museo di San Martino. In Trentino interessante visitare  il Museo della Guerra di Rovereto .

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password