UE: la Tunisia continui con la transizione democratica

Gli attacchi al museo del Bardo anche contro ideali europei

pubblicato il 26/03/2015 in Attualità da Michele Marchese
Condividi su:
Michele Marchese

Ad una settimana dai tragici avvenimenti accorsi a Tunisi, i deputati della UE si sono riuniti in un dibattito con l’Alto rappresentante dell’Unione per gli Affari Esteri e la Politica di Sicurezza, Federica Mogherini.

‘Gli attacchi terroristici del 18 marzo al museo Bardo di Tunisi erano chiaramente diretti contro la transizione della Tunisia verso la democrazia, "unica storia di successo della 'primavera araba'"’, si legge in un comunicato stampa sul sito dell’europarlamento.

Per i deputati europei è necessario insistere e rinforzare l’aiuto della UE affinchè la Tunisia continui nella ‘sua transizione democratica e a non essere intimidita da tentativi di provocare l'anarchia e il caos’.
Dello stesso avviso la Mogherini, secondo cui, bisogna proseguire con il sostegno a favore della transizione democratica ed economica della Tunisia, Paese che diede l’avvio alla ‘primavera araba’.

Il violento episodio del museo di Tunisi, secondo gli eurodeputati, ha colpito anche i valori della UE: democrazia, tolleranza e libertà fondamentali.

Al prossimo vertice di Barcellona (che si terrà ad aprile) la Mogherini ha affermato - accogliendo di fatto una sollecitazione proveniente da alcuni europarlamentari - che solleverà la questione relativa ad un miglior riequilibrio dei finanziamenti ‘all’interno della politica di vicinato UE verso i paesi del sud-est’.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password