A Firenze l'assemblea nazionale dei ricercatori precari non strutturati universitari

Prevista la partecipazione del deputato M5s Samuele Segoni, ex assegnista di ricerca

pubblicato il 15/01/2015 in Attualità da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Domani, a partire dalle ore 16, la città di Firenze sarà la meta dell'incontro nazionale indetto dal Coordinamento ricercatori non-strutturati dell'ateneo fiorentino, che si terrà presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Firenze in via Giorgio la Pira 4. L’incontro, trasmesso anche in streaming sul sito web ricercatorinonstrutturati.it, ha per base il tema: “Discussione delle problematiche che gravitano intorno al tema delle assunzioni in università e delle condizioni precarie in cui versano la maggior parte dei ricercatori” e farà il punto sulle problematiche legate al mondo del lavoro universitario nel momento in cui il susseguirsi di diverse normative ha negli anni portato al definanziamento, all'impoverimento e all'ulteriore burocratizzazione dell'Università italiana. All’ importante appuntamento ha aderito anche Samuele Segoni, ex ricercatore e adesso deputato alla Camera per il Movimento 5 stelle, che segue costantemente il problema degli assegni di ricerca e ha chiesto, con un’interrogazione e un'interpellanza, l’abrogazione della parte della legge Gelmini  che su queste categorie di personale altamente qualificato ha previsto il limite di quattro anni come massima cumulabilità di assegni di ricerca; normativa che  determinerà un allontanamento dall'università di circa 6000 assegnisti ogni anno. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password