Papa Francesco telefona a una donna stuprata da un poliziotto

Alejandra, argentina, ha detto: "Mi sono sentita toccata dalla mano di Dio"

pubblicato il 28/08/2013 in Attualità da Redazione
Condividi su:
Redazione

"Quando ho sentito la voce del Papa al telefono mi è sembrato di essere stata toccata dalla mano di Dio".

Così una donna argentina, Alejandra Pereyra, 44 anni, vittima di uno stupro da parte di un poliziotto, ha definito la conversazione di quasi 30 minuti avuta domenica scorsa con Papa Francesco.

"Il Papa, cui avevo scritto una mail, ha ascoltato con molta attenzione il mio racconto. Ora farò di tutto per andare in Vaticano. Lui mi ha detto che mi avrebbe ricevuto".

Non è la prima volta che il Santo Padre telefona a un fedele: nei giorni scorsi aveva chiamato a casa anche uno studente universitario di 19 anni, che gli aveva fatto recapitare una lettera.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password