Vedova uccisa con 30 coltellate vicino a Roma

Tivoli: trovato il corpo di una 74enne, uccisa in casa propria. È giallo.

pubblicato il 08/10/2014 in Attualità da Veronica Murru
Condividi su:
Veronica Murru

È stata uccisa, nella sua abitazione con un coltello da cucina, una 74enne vedova trovata inuna pozza di sangue dal figlio. È giallo per gli investigatori. È stato un omicidio, ma non si conoscono né il movente né l'autore del delitto. A breve sarà effettuata l'autopsia.

Ieri in un appartamento a  Tivoli, vicino a Roma, un'anziana signora è stata accoltellata per ben 30 volte dal suo assassino. È morta nella cucina della sua casa con l'arma del delitto ancora accanto. Per gli investigatori della Squadra Mobile di Roma, diretta da Renato Cortese, e quelli del Commissariato di Tivoli, non ci sono stati dubbi sin dall'inizio: è stato un omicidio. Il medico legale ha poi confermato la tesi degli investigatori. A trovare il corpo della donna è stato il figlio, che si era allarmato quando dei parenti lo avevano chiamato lamentandosi che il telefono dell'anziana squillava senza risposta. Quando è entrato in casa ha visto la madre riversa in una pozza di sangue, così ha allertato il 113 intorno alle 16:38. Le indagini portano a diverse considerazioni. Tenendo conto che la casa era in ordine, se non per qualche cassetto rovesciato nella camera da letto e uno sgabello rotto, forse in seguito a un litigio che in tutta ipotesi potrebbe essere avvenuto, si presume che l'assassino conoscesse la donna, per cui si esclude si trattasse di un ladro o simili. Ad avvalorare questa tesi è il fatto che non siano stati rinvenuti segni di effrazione alla porta. Da una prima ricostruzione della dinamica, quindi, la donna avrebbe aperto la porta ad un amico o quanto meno conoscente e poi questo l'avrebbe uccisa o per un litigio o secondo un piano premeditato. Le forze dell'ordine hanno sequestrato l'arma del delitto e stanno interrogando il figlio, conoscenti e vicini che potrebbero fornire ulteriori elementi per capire cosa è successo realmente. A breve l'autopsia potrà forse fare chiarezza sulla dinamica dell'accaduto.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password