La Sicilia nella morsa degli incendi

a Palermo le fiamme uccidono degli animali e bruciano un supermercato

pubblicato il 25/06/2014 in Attualità da Daniele Del Casino
Condividi su:
Daniele Del Casino

Dalla mattina di ieri violenti incendi, con ogni probabilità di origine dolosa dati più punti accertati di partenza dei roghi, sono divampati sull'Etna e nelle province di Palermo e Catania. Nella pineta di Nicolosi un camping, per motivi precauzionali, è stato evacuato mentre le fiamme si sono accanite nella zona dei Monti Rossi, sul versante meridionale del vulcano. Le alte temperature, insieme al forte vento di scirocco che fin dalla mattina ha soffiato sull'isola, hanno creato una situazione di pericolo al massimo livello, specialmente nella zona di Palermo dove un istituto zootecnico è stato attaccato dalle fiamme, che hanno causato la morte di alcuni animali. A fuoco anche un supermercato, pesantemente colpito dal rogo, e altri due negozi mentre momenti di angoscia sono stati registrati per le fiamme vicino ad un distributore di carburante. La zona verde di Villagrazia sta continuando a bruciare anche durante la notte, mettendo a rischio numerose abitazioni mentre il fuoco ha abbattuto almeno tre tralicci della corrente elettrica. Comunicazioni via internet attraverso skype da parte della Onlus “MeteoPalermo”, fino a che il collegamento non si è interrotto, parlavano di numerose aree della periferia palermitana, in zona Pitrè, corso Calatafimi e piazza Indipendenza,  completamente al buio mentre venivano segnalati nuovi focolai in altre zone, come Baida e Monreale. All'opera numerose partenze per i Vigili del Fuoco, le squadre aib del Corpo Forestale regione Siciliana, i servizi tecnici comunali e le Forze dell'ordine, che con l'aiuto dei cittadini stanno cercando di porre un freno ai numerosi incendi e agli eventuali piromani. Con l'arrivo del giorno si spera in un rapido intervento dei mezzi aerei sulle zone maggiormente colpite dal fuoco, al fine di mettere in sicurezza i numerosi incendi.

 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password