Picchiavano passanti e facevano rapine, poi il 'selfie'

Sgominata baby-gang a Pescara

pubblicato il 09/05/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione
Uno degli arrestati

Knock-out gamerapine e pestaggi nelle notti della movida, queste le motivazioni con cui sono finite in manette due gang di giovanissimi che filmavano con i telefonini le loro gesta e comparivano su Facebook armati di pistole.

Sei le persone arrestate e quattro denunciate dalla Polizia di Stato: il più giovane non ha ancora compiuto i 15 anni di età, il più “anziano” di anni ne ha 24 tutti frequentatori della movida pescarese della “Pescara Vecchia”.

Questa mattina la Squadra Mobile della Questura di Pescara ha messo in esecuzione quattro distinte ordinanze di custodia cautelare emesse dall’Autorità Giudiziaria, accusati - a vario titolo - alcuni di aver fracassato la mandibola di un 19enne di Pescara, altri di aver mandato in ospedale in prognosi riservata un ragazzo di 24 anni ed altri ancora di aver fatto parte di un “commando” aduso ad avvicinare con una scusa malcapitati minorenni che venivano condotti in zone isolate della città e lì abbandonati dopo esser stati malmenati e rapinati.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password