Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Scuola Pio IX e il suo Concorso Letterario

“Il Pio IX , l’Arte della scrittura e del pensiero”

Condividi su:

Da molti anni abbiamo il piacere di organizzare e realizzare Concorsi Letterari che, fino ad ora, hanno suscitato interesse, presenza attiva e partecipanti di ottimo profilo culturale.

Superati velocemente i primi momenti di incredulità dovuti alla indubbia “novità” di realizzare un Concorso destinato esclusivamente agli studenti ci siamo dedicati a ritagliare un Regolamento che racchiudesse alcuni principi cardine e cioè: 

  • obiettivi ambiziosi ma raggiungibili da tutti, altrimenti che Concorso è?
  • giuria di alto profilo culturale, in numero dispari e non docente degli stessi partecipanti:
  • argomenti assegnati, certamente attuali e importanti: l’ecologia, la salvaguardia della natura, il bullismo.

Coordinatrice del progetto e Presidente di Giuria è stata la Prof.ssa Martina Maggio che ringrazio per la sua costante e preziosa attenzione nei riguardi della nostra necessaria presenza, inusuale in ambito scolastico.

Ringrazio vivamente la Giuria costituita dai Prof:

  • Domenico Cerrato;
  • Valerio Cruciani;
  • Ilaria Saccares;
  • Alessandra Bortone

che hanno partecipato attivamente e con entusiasmo alla realizzazione del Concorso.

Non può non essere menzionato, ed al quale rivolgo il mio vivo apprezzamento, Fratel Andrea per aver colto immediatamente il valore aggiunto che il Concorso Letterario rappresentava per la Scuola Pontificia Pio IX

Nel mosaico dell’offerta formativa, che già custodisce altri ed alti valori ed attività, si inserisce questo nuovo tassello culturale che conferma la visione del Pio IX con uno sguardo rivolto al futuro ma che poggia su solide basi consolidate nel tempo.

Come notazione di servizio possiamo anticipare ai concorrenti che la Giuria ha completato la valutazione di tutte le opere e che, a breve, saranno svelati i risultati.

Grazie a tutti i partecipanti che hanno affrontato per la prima volta le “regole” previste da un Concorso – nel nostro caso Letterario - che si discosta, sia concettualmente che praticamente, da un normale compito in classe; il futuro professionale dei partecipanti li vedrà sempre più spesso candidati per Concorsi lavorativi.

Una buona esperienza iniziale, a presto.

Condividi su:

Seguici su Facebook