Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La 79ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia calza occhiali D-Style

Ilaria Solazzo intervista il titolare di questo prestigioso brand, Domenico Auriemma.

Condividi su:

La 79ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia ha visto - come ogni anno  - tanti volti noti sfilate sul famoso "tappeto rosso".

La manifestazione - diretta da Alberto Barbera e organizzata dalla Biennale presieduta da Roberto Cicutto -  si è svolta al Lido di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre 2022. Il film d'apertura è stato "Rumore bianco di Noah Baumbach".

Domenico Auriemma, titolare del brand di occhiali (da sole ma non solo) "D-Style" non vi ha partecipato in presenza, ma il suo prestigioso marchio targato "Made in Italy" c'era e come. Attrici, attori, registi, sceneggiatori, e VIP internazionali hanno scelto proprio "D-Style" per farsi immortalare dai flash delle riviste patinate perché il brand di Auriemma è sinonimo di classe e qualità.

Basti pensare che qualche hanno fa lo stesso Maestro è stato insignito di una onorificenza proprio in quel di Venezia durante il Festival. Non potendovi presenziare chiese all'amica artista Debora Scalzo di farlo al posto suo. Eh sì, perché le amicizie vere vanno oltre la popolarità e il denaro.
Purtroppo molti programmi televisivi di scarso. o dubbio valore hanno finito per abituarci a risse e futili chiacchiericci: ma la verità è che se alla base vi è stima e rispetto si creano sodalizi speciali capaci di fare grandi cose.

Con l'occasione abbiamo voluto porgere delle domande al Maestro, che non si è sottratto alla richiesta.

Intervista

Ilaria Solazzo, giornalista pubblicista e blogger, ha intervistato per noi Domenico Auriemma, il titolare del brand D-Style.

Ilaria - Gli occhiali: strumento di prevenzione e benessere, prima ancora che di bellezza? 
Domenico - Sì, è così. E vanno scelti tenendo conto dei nostri occhi, degli eventuali difetti visivi e del tipo di vita che conduciamo. Lo sbaglio peggiore è considerali un accessorio come altri. Gli occhiali da sole anche per chi non ha problemi di vista, sono molti più che che un semplice strumento di bellezza.

Ilaria - Spiegaci meglio…
Domenico - Proteggere gli occhi dalle radiazioni è un’utile forma di prevenzione delle malattie della retina. La prima cosa da sapere è che a secondo del tempo che si passa al chiuso o all’aperto, avremo bisogno di una protezione diversa.
Le lenti devono proteggere dai raggi Uv: ma se si limitano a ridurre la luce in modo non selettivo favoriscono la dilatazione della pupilla aumentando il passaggio dei raggi con un effetto più dannoso che benefico.

Ilaria - Per capire quale occhiale da sole sia il più adatto sarebbe sempre bene consultare un oculista?
Domenico - Se proprio non vogliamo andarci, chiediamo consiglio all’oftalmologo scegliendo un negozio che ne impieghi uno. La foto-protezione, infatti, va calibrata sulle esigenze personali e lo stile di vita.

Ilaria - Chi ha un difetto visivo ha una tolleranza alla luce diversa a seconda del problema: gli occhiali da sole dovranno tenerne conto?
Domenico - Sì. Chi è ipermetrope, per esempio, è più sensibile, anche al chiuso. Chi ha una miopia non corretta è maggiormente tollerante. Non bisognerebbe mai risparmiare sulla qualità delle lenti perché è quella che garantisce la protezione contro i raggi Uv, ed una visione corretta.

Ilaria - La montatura è una protesi, deve quindi adattarsi al corpo piuttosto che al gusto estetico?
Domenico - Come le scarpe, anche le montature hanno delle taglie: una volta scelto il modello, servirà domandare se hanno nel punto vendita la misura giusta per noi.

Ilaria - Le aste dell’occhiale devono avvolgere, nella parte terminale, il padiglione auricolare o la curvatura del cranio?
Domenico - Se sono troppo lunghe rendono instabile e scomodo l’occhiale, se sono troppo corte la lente assumerà un’inclinazione non ottimale.

Ilaria - Un consiglio per la pulizia dell'occhiale?
Domenico - Gli occhiali vanno puliti spesso con acqua e sapone per le mani, asciugandoli con fazzoletti morbidi in modo da non graffiare le lenti. Se si usa la pezzuola morbida bisogna poi ricordarsi di lavarla con saponi delicati o di cambiarla con frequenza.

Ilaria - Il tuo brand è in vendita in tutto il mondo. Ne sei felice?
Domenico - Non avrei mai immaginato tanto successo. Indiscutibilmente ne sono felicissimo. Il mio impegno e la mia professionalità vengono ripagati dall'affetto dei clienti. Ad esempio nella vostra città la mia attuale collezione è andata a ruba. Tutto sold out in pochissimi giorni. Creo cose particolari che permettono ai fruitori di sentirsi unici e speciali. Forse questo è il mio segreto... Chissà!

Ilaria - In tv stanno per ricominciare molti reality: tu li seguirai?
Domenico - Tanti miei amici e clienti VIP ne faranno parte. Indosseranno il mio brand e ciò mi indurrà a seguirli con maggiore interesse e curiosità. Ma non posso svelarvi i nomi perché è tutto top secret.

Ilaria - Progetti futuri?
Domenico - Non mi fermo mai. Sono super attivo. Porto avanti mille cose contemporaneamente. Amo il mio lavoro e sogno di espandermi ulteriormente. Ho una moglie stupenda ed una figlia meravigliosa... Per loro e sono per loro do il cento per cento perché vogliono abbiano tutto. Sono le mie regine.

Condividi su:

Seguici su Facebook