Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Piattaforme di trading: facciamo il punto sulle migliori del momento per iniziare a investire

Condividi su:

In questo momento storico, le opportunità per iniziare a investire sono moltissime. Innanzitutto perché, da un punto di vista puramente tecnico, fare trading online è davvero semplice. Un utente infatti, per collegarsi con le principali Borse di tutto il mondo, non deve fare altro che collegare il proprio device preferito a una connessione Internet. Ciò vuol dire che, per investire, basta avere sotto mano un computer, un tablet o uno smartphone. A ciò si aggiunga che, al giorno d’oggi esistono centinaia di broker accreditati, regolamentati e sicuri, con cui è possibile accedere agli asset, agli strumenti finanziari e ai mercati più differenti. 

In tal senso, proprio la scelta del broker è un aspetto fondamentale per operare in maniera sicura e consapevole. A questo proposito, per individuare facilmente le migliori piattaforme per investimenti un valido aiuto arriva dalla guida messa a punto dagli esperti di Giocareinborsa.online, portale di riferimento per gli appassionati e i professionisti degli investimenti finanziari che offre ai suoi utenti numerosi approfondimenti dedicati al mondo del trading online.

Come si è evoluto il ruolo del broker

 

Prima di entrare nel merito delle caratteristiche dei singoli broker e, soprattutto, degli aspetti da tenere in considerazione per individuare il miglior sito di trading, occorre fare un passo indietro. Anche perché il terminebroker”, negli ultimi anni, ha subìto un’evoluzione notevole. Fino a qualche tempo fa infatti questa parola specifica serviva soprattutto a identificare determinati operatori del settore finanziario. I broker dunque erano professionisti in carne ed ossa, che frequentavano fisicamente le Borse e che poi sottoponevano investimenti selezionati all’attenzione del loro parco clienti. 

Oggi invece la parola “broker” serve soprattutto a indicare siti e/o piattaforme di trading online. Portali che, in qualche modo, mantengono il ruolo di intermediario finanziario dei loro “antenati”, ma che, al tempo stesso, operano in maniera molto diversa. Oggi infatti un trader deve necessariamente iscriversi a un broker online per potere accedere a una selezione di asset e/o di mercati. L’offerta disponibile è dunque un criterio importantissimo da considerare quando si sceglie il proprio broker. Allo stesso tempo però questo è soltanto uno degli aspetti che dovrebbero essere tenuti a mente.  

I migliori broker per iniziare a investire

Al giorno d’oggi i broker online si distinguono sulla base dell’offerta che mettono a disposizione dei loro utenti, ma non solo. Le piattaforme di trading infatti si caratterizzano anche in base a condizioni d’uso più o meno faroveroli, o a modalità operative specifiche. Quando si parla di condizioni d’uso si fa riferimento, ad esempio, alla possibilità di effettuare operazioni a commissione 0, o alla possibilità di investire lasciando un deposito minimo irrisorio. 

Da questo punto di vista IQ Option rappresenta un’opzione più che valida, considerato che è una piattaforma perfetta per fare trading con piccole somme. Allo stesso modo è possibile citare FP Markets, noto per i suoi spreads bassi. Per parlare di modalità operative si può invece fare riferimento alle tante diverse tipologie di trading automatico attualmente disponibili: dal celebre “copy trading” di eToro, ai segnali di trading realizzati dal Capital.com attraverso l’utilizzo dell’intelligenza artificiale. In entrambi i casi queste piattaforme di trading online sono considerate perfette per i neofiti delle negoziazioni digitali. Infatti il trading automatico, anche noto col nome di trading algoritmico, permette a un utente di affidare persino le operazioni più complicati a un software

Condividi su:

Seguici su Facebook