Dogo argentino aggredisce e manda in ospedale i proprietari

Ricoverati con importanti ferite agli arti superiori

pubblicato il 19/03/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione
Un dogo argentino (da amicipelosi.org)

Due persone in ospedale con importanti ferite alle braccia. È il bilancio di due aggressioni nel giro di una settimana a Furci (piccolo comune della provincia di Chieti) da parte di un dogo argentino. Il cane, l'11 marzo scorso, si è avventato contro il proprietario, un 34enne del posto, azzannandogli un braccio. A causa delle ferite, il ragazzo è stato trasportato con urgenza al 'San Pio' di Vasto dal personale medico intervenuto. Qui gli sono state applicate decine di punti di sutura.

Una settimana dopo, ieri sera, il cane ha attaccato, in casa, anche la sorella del ragazzo. La 41enne, cercando di divincolarsi dalla furia dell'animale, è stata seriamente ferita a entrambe le braccia. Cruenta la scena presentatasi agli occhi dei soccorritori. Per la profondità delle ferite si è temuto per la funzionalità degli arti. Sottoposta a un delicato intervento nell'ospedale vastese, ora la donna sta meglio, sebbene resti sotto osservazione e sottoposta a terapia antibiotica.

Il servizio veterinario della Asl ha prelevato il cane e lo ha portato nel canile convenzionato di Fallo, qui sarà probabilmente abbattuto. Il dogo argentino aveva alle spalle due anni di addestramento e non ha mai avuto problemi nel socializzare. Lo scatenarsi della sua aggressività, come riportato dal ragazzo, è da attribuirsi a un tumore al cervello
I due proprietari, infine, tengono a precisare che il loro affetto nei confronti di Paco - così si chiama il dogo - resta immutato, accompagnato da un sentimento di compassione per il male che l'ha colpito: «Non vogliamo che questo accaduto venga strumentalizzato per far passare il cane cattivo e aggressivo».

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password