Fermo: Insistere sulla conoscenza dei DIRITTI UMANI per una società pacifica e rispettosa del prossimo.

Conoscere per rispettare 

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 26/01/2022 in Attualità da Tiziana Bonazza
Condividi su:
Tiziana Bonazza
Opuscoli sui Diritti Umani a Fermo

 

Si è svolta sabato scorso, l'iniziativa dei volontari di "UNITI PER I DIRITTI UMANI" che hanno raggiunto il centro storico della cittadina Fermana per distribuire direttamente decine e decione di copie del libretto informativo, dedicato a far conoscere la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, redatta sin dal 1948, per tutelare i diritti umani in tutto il mondo. Ma ancora oggi viviamo in uno scenario di violazioni di tali diritti che sembrano quasi utopistiche agli inizi di questo millenio.

 

"I diritti umani devono essere resi una realtà, - scrisse l'umanitario L. Ron Hubbard - non un sogno idealistico."

 

Senza menzionare la minaccia di guerra di cui stiamo sentendo parlare in questi giorni in Ucraina, in questo periodo storico l'emergenza sanitaria ha proprio messo in luce l'importanza dei Diritti Umani e quanto sia importante rispettarli. 

Ogni qualvolta vengono violati sorgono proteste e manifestazioni. Perché ? Perché i diritti umani sono innati e quando non vengono rispettati viene messa in discussione la Vita e le sue libertà. Tanto è vero che l'ultimo diritto indicato:' NESSUNO PUÒ TOGLIERTI I TUOI DIRITTI'; fa ben capire che per quanto si provino a sopprimerli non possono essere aboliti. La storia stessa ci racconta che alla fine i diritti umani riprendono la loro forza e continuano a mantenersi in vita e garantiscono agli esseri umani di poter vivere insieme l'uno con l'altro imparando a rispettare le differenze, senza creare discriminazioni.

 

La 'Discriminazione' (diritto umano n.2 della Dichiarazione Universale dei diritti umani); che in questo periodo si palesa in alcune vicende, e spesso motivata da un illogico e irrazionale odio per il pensiero altrui, ci lascia fare una riflessione di come- nonostante tutta la tecnologia e il comfort di questo millennio - l'essere umano è ancora "recidivo" dal capire l'importanza d' imparare a rispettarsi. D'altronde anche il Secondo Comandamento indispensabile per il vivere cristiano si basa sul 'Rispettare il prossimo come se stessi!'. 

 

Pertanto prima di criticare il pensiero altrui impariamo a conoscere i Nostri Diritti, perché così facendo possiamo comprendere come garantire la nostra libertà!

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password