Cineflop, Virzì (Ugl): La debacle delle sale cinematografiche mancati ingressi dell'80%, urge istituire tavolo tecnico e di crisi

Urge che MiC il Ministero della Cultura apra un tavolo tecnico dedicato al Settore per salvaguardare l’Esercizio e tutto il Parco Sale Cinematografiche e contestualmente al Mise un tavolo di crisi

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 03/01/2022 in Attualità
Condividi su:
Filippo Virzì Ugl creativi

“Il Capodanno 2022 lascia a casa l'80% del pubblico, sono dati che segnano la debacle del cinema persi circa 700 mila ingressi rispetto alla media dal 2015 ad oggi”.

A darne notizia è Filippo Virzì, Segretario regionale dell’Ugl Creativi in Sicilia che aggiunge: “A generare questi dati a dir poco agghiaccianti sono stati svariati fattori quali il blocco della somministrazione del Food&Beverage nelle sale più una pessima campagna di disinformazione preannunciata dal Governo stesso prima del nuovo Decreto nella quale si minacciava di dover  fare obbligatoriamente il tampone seppur vaccinati prima della visione di un film nelle sale cinematografiche e l'assenza di adeguate finestre di proiezione che tutelino i cinema,  è impensabile che un film passi dalla proiezione in sala dopo poche settimane alle piattaforme On Demand come Netflix e Prime ”.

“Urge che MiC il Ministero della Cultura apra un tavolo tecnico dedicato al Settore per salvaguardare l’Esercizio e tutto il Parco Sale Cinematografiche - conclude Virzì - lo spettro di migliaia di licenziamenti è oramai imminente, le ricadute riguardano gli addetti ai lavori dei bar dei cinema e le ditte di pulizie dei locali, proporremo l’apertura di un tavolo di crisi al Mise anche alla luce del nuovo riordino della struttura dello Sviluppo economico sulla base della nuova direttiva del ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti sulla gestione delle vertenze la quale mirerà a rafforzare la  struttura stessa almeno negli intenti”.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password