Referendum Cannabis, raggiunti in 3 giorni 330 mila firme

Entro il 30 settembre si dovranno raggiungere le 500 mila sottoscrizioni

pubblicato il 15/09/2021 in Attualità da Riccardo Camplone
Condividi su:
Riccardo Camplone

Continua senza sosta la raccolta firme per il Referendum sulla legalizzazione della Cannabis. In soli 3 giorni sono state reggiunte 330 mila firme. L'obiettivo è raggiungere le 500 mila sosttoscrizioni entro il 30 settembre per poter votare, verso la primavera del 2022, sia il Referendum sulla cannabis che l'eutanasia.

COSA PREVEDE IL REFERENDUM: il quesito modifica il testo sugli stupefacenti:

  1. elimina il realto di coltivazione;
  2. rimuove le pene detentive per qualsiasi condotta legata alla cannabis;
  3. cancella la sanzione amminitrativa del ritiro della patente.

COME SI FIRMA: La piattaforma consente di firmare digitalmente il quesito referendario tramite pochi passaggi. Una volta indicato l'email ed il comune di residenza, la persona che vuole sottoscrivere il quesito referendario riceve un messaggio per la conferma della sua email. 

Nella mail di conferma è possibile selezionare una delle opzioni per firmare:

  • Firmo con SPID
    L’autenticazione SPID sarà utilizzata per firmare il quesito con una firma digitale.
  • Firmo con il mio dispositivo
    Ho un dispositivo di firma digitale (smart card, chiavetta USB o servizio di firma digitale remota)
  • Non ho SPID o una firma digitale
    Non ho SPID, CIE o un altra firma. Voglio usare il servizio TrustPro QTSP per firmare subito. 

IL QUESITO: Ecco il testo che verrà chiesto ai cittadini che vorranno firmare il Referendum per la legalizzazione della cannabis: 

"Volete voi che sia abrogato il Decreto del Presidente della Repubblica del 9 ottobre 1990, n. 309,  avente ad oggetto “Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza“, limitatamente alle seguenti parti:

Articolo 73, comma 1, limitatamente all’inciso “coltiva”;

Articolo 73, comma 4, limitatamente alle parole “la reclusione da due a 6 anni e”;

Articolo 75, limitatamente alle parole “a) sospensione della patente di guida, del certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e del certificato di idoneità alla guida di ciclomotori o divieto di conseguirli per un periodo fino a tre anni;”?”

CLICCA QUI PER ACCEDERE AL SITO

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password