Campo di Mare, vandali distruggono la staccionata: cittadini la riparano

Nella notte tra venerdì e sabato una banda di teppisti ha danneggiato la staccionata che si trova sul lungomare della nota località marittima brindisina. Gesto che non trova giustificazioni.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 19/07/2021 in Attualità da Federico Sanapo
Condividi su:
Federico Sanapo

Hanno distrutto la staccionata che si trova sul lungomare di Campo di Mare, in provincia di Brindisi, poi si sono dileguati nel nulla. Il grave episodio si è verificato nella notte tra venerdì e sabato, quando alcuni ragazzi hanno cominciato a saltare sulla staccionata spezzandola in più punti. Un atto vandalico in piena regola, che destato sconcerto tra gli abitanti e i frequentatori della marina, che si trova nel comune di San Pietro Vernotico, sulla costa sud. Visto quanto accaduto, alcuni cittadini, già nella mattinata di sabato, hanno provveduto a riparare la staccionata. Muniti di nastro isolante, i cittadini hanno provveduto a riparare provvisoriamente il tutto. Certamente però adesso tale arredo urbano andrà sostituito con legni nuovi. "Non c'è rispetto - commenta una residente- rompono tutto e sporcano. Ci sono i cestini ma le carte e le bottiglie le gettano nelle aiuole". 

Campo di Mare è una delle marine più note della costa brindisina, e ogni giorni, specie d'estate, viene presa d'assalto da numerosi giovani, che si divertono nei lidi della zona. La serà, specie a tarda ora, la marina è quasi completamente deserta, per cui non è raro che giovani teppisti provochino danni o disturbo alle quiete pubblica. Da quanto riferiscono i residenti, nella notte tra venerdì e sabato scorsi bande di ragazzini hanno preso d'assalto il lungomare. Gli schiamazzi hanno svegliato alcuni di loro. I residenti di Campo di Mare e i villeggianti sono molto amareggiati per quanto accaduto. La speranza, ridotta comunque al lumicino, è che i responsabili del gesto vengono trovati al più presto. 

  • Argomenti:

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password