I lavori accentuano la crisi del suo locale, ristoratore si dà fuoco

L'episodio nella serata di ieri a Monza

pubblicato il 25/02/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione
I drammatici attimi della protesta

Un gesto estremo per protestare contro quei lavori che da tempo stanno accentuando la crisi della sua tavola calda. Nella tarda serata di ieri a Monza, in viale Lombardia, un ristoratore si è cosparso di benzina e si è dato alle fiamme. Con lui sono rimasti ustionati il comandante della Polizia stradale di Seregno e un agente che hanno cercato di salvarlo buttandoglisi sopra.

L'uomo è titolare di una tavola calda che da tempo sta incontrando notevoli difficoltà non solo per il momento di crisi generale diffusa. Davanti al suo locale, infatti, sono in corso da anni i lavori per realizzare un tunnel urbano; davanti all'ingresso del ristorante sono in costruzione le barriere antirumore. I commercianti della zona protestano da tempo perché tali barriere offuscano le facciate dei locali impedendo, inoltre, il passaggio e la sosta dei mezzi.

Ieri sera era in atto la posa definitiva delle barriere. All'apice della protesta, il ristoratore ha minacciato di darsi fuoco passando in poco tempo ai fatti. I due poliziotti si sono gettati sull'uomo cercando di spegnere le fiamme. Il bilancio finale è di tre ustionati; fortunatamente non sono in pericolo di vita.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password