San Pietro Vernotico (Brindisi), divieto di stazionamento in piazzale Modugno e vicino a distributori automatici

Lo prevede una nuova ordinanza del sindaco Pasquale Rizzo, che ha accolto la richiesta di numerosi cittadini che segnalavano pericolosi assembramenti in diverse zone del paese.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 30/11/2020 in Attualità da Federico Sanapo
Condividi su:
Federico Sanapo

Il sindaco di San Pietro Vernotico (Brindisi), Pasquale Rizzo, ha emanato la seguente ordinanza comunale numero 45 con la quale si stabilisce il divieto di stazionamento in piazzale Modugno e davanti ai distributori di bevande alcoliche e alimenti self-service dalle 18:00 alle 5:00 del mattino di ogni giorno. Il provvedimento ha validità immediata e sarà in vigore fino al 16 dicembre 2020.

L'ordinanza prevede: 1) il divieto di stazionamento per le persone, dalle ore 18.00 di ogni giorno sino alle ore 5.00 del successivo mattino, in Piazzale Modugno, in tutta la sua ampiezza, ivi compresa l’area a parcheggio destinata ad area mercatale il sabato mattina, e quindi all'interno di autovetture, comprendendo nel divieto tanto la zona destinata a parco giochi che quella ad area mercatale, per tutto il tratto a confine con la Via Rieti; 2) Il divieto di stazionamento fa in ogni caso salva la possibilità di passaggio, oltre che di accesso e deflusso di persone agli esercizi commerciali legittimamente autorizzati sul Piazzale Modugno e/o Via Rieti ad esercitare attività di somministrazione alimenti e bevande su area pubblica (con asporto o consegna a domicilio tenendo conto delle limitazioni previste dal D.P.C.M. In relazione a quanto previsto per la Regione Puglia), e ciò naturalmente per l'intero orario previsto dalla attuale normativa emergenziale (se successivo alle ore 18,00), nonchè alle abitazioni private e sedi di associazioni ubicate in Via Rieti. 3) le attività di somministrazione di alimenti e bevande (alcoliche e non alcoliche), esercitate utilizzando distributori e/o apparecchi automatici self service (e quindi prive di personale dipendente che operi in loco), potranno svolgere attività di vendita dalle ore 5,00 del mattino alle ore 18,00 di ogni giorno, con divieto di funzionamento degli apparecchi self service destinati a vendita di alimenti e bevande dalle ore 18,00 alle ore 04,59 del giorno successivo; Il presente provvedimento avrà efficacia a partire dal 2.12.2020 sino a tutto il 16.12.2020, salvo proroga od anticipata revoca in funzione del mutato quadro epidemiologico non solo a livello regionale, ma anche locale. La violazione della disposizione della presente Ordinanza comporta, salvo che il fatto costituisca reato diverso da quello di cui all’art. 650 c.p., la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 ad euro 1000 per ogni violazione. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password