E adesso musica, Detto Mariano.

pubblicato il 25/11/2020 in Attualità da Emanuele Gulino
Condividi su:
Emanuele Gulino

Con questo scritto vogliamo rendere omaggio ad un grande italiano che purtroppo è scomparso quasi nel silenzio totale.
Lui è Detto Mariano, compositore, paroliere, arrangiatore e grande musicista nostrano.
I lavori non si contano, diciamo che come quasi tutte le grandi opere musicali, si ricorda più l'interprete che chi lo compone, per fare un esempio, basta ricordare L'inno di Mameli, tutti sappiamo che il testo è di Mameli appunto, ma già molte meno persone conoscono il nome del musicista compositore, Michele Novaro.
E' il caso anche di Detto Mariano, compositore e arrangiatore di canzoni come L'immensità, Il ragazzo della via Gluck, Nel sole, Acqua azzurra acqua chiara, Un amore così grande, per citarne alcune.
La sua carriera inizia durante il servizio militare, dove conosce un già quasi noto Adriano Celentano e viene invitato dal molleggiato ad entrare a far parte del suo gruppo, I ribelli, come tastierista e successivamente farà parte dell'etichetta "Clan di Celentano".
Oltre ai lavori come arrangiatore, vanno ricordati quelli da compositore di colonne sonore di alcune delle pellicole cinematografiche più famose come Il ragazzo di campagna, Il bisbetico domato, Asso, Grandi magazzini, Eccezzunale veramente e anche la sigla del mitico Mazinga.
Detto Mariano ha contribuito ad arricchire notevolmente la nostra cultura musicale e entra a far parte dei grandi musicisti del nostro tempo.
Con questo omaggio, speriamo di rendere giustizia ad una persona discreta, distinta e capace che ci ha lasciato in un contesto storico che sembra sempre più disinteressato a tutto il bello che persone come Detto Mariano ci hanno donato.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password