Festa della Presentazione della Vergine Maria al Tempio di Gerusalemme

Il 21 novembre le Chiese Cristiane ricordano l'ingresso della Vergine Maria nel Tempio di Gerusalemme

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 21/11/2020 in Attualità da Filippo Ortenzi
Condividi su:
Filippo Ortenzi

Il 21 novembre (il 4 dicembre per le Chiese che usano il calendario giuliano) è una delle 12 Festività Maggiori dell’Ortodossia. In tale data si ricorda la presentazione di Maria al Tempio di Gerusalemme. La notizia ci perviene da testi religiosi “apocrifi” e, precisamente dal protoVangelo di Giacomoattribuito a san Giacomo il Giusto, fratello del Signore e primo capo della nascente chiesa cristiana, come fanno fede gli Atti degli Apostoli dove si evidenzia come fu Giacomo, e non Pietro, a presiedere il Concilio Apostolico di Gerusalemme, dal Vangelo dello pseudoMatteo daLibro sulla natività di Maria, attribuito a san Girolamo (capitolo VI). Secondo la Tradizione Maria fu presentata la Tempio dai genitori Anna Giovacchino come promesso dai genitori a Dio affinché gli facesse concepire un figlio, dove visse e servì come vergine del tempio fino al suo fidanzamento con La festa fu celebrata a Gerusalemme la prima volta nel 543, giorno della consacrazione della basilica di Santa Maria Nuova (il 18 ottobre 1009 detta chiesa fu fatta distruggere dall'Imam-Califfo fatimide al-Hakim bi-Amr Allah, che sradicò la chiesa fino alle fondamenta, tanto per ricordarlo a quei leader religiosi cristiani che vanno a pregare nelle Moschee, baciano il Corano e sostengono che “l’Islam è una religione di Pace - ogni riferimento all’attuale Pontefice non è casuale) alla presenza del Patriarca Gerosolomitano Pietro e di san Giustiniano I (Flavius Petrus Sabbatius Iustinianus) isoapostolo e imperatore romano.

 

"beati coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!"

Oggi nella Divina Liturgia vengono letti:

DallEpistola di San Paolo Apostolo (Ebrei 9,1-7): “Certo, anche la prima alleanza aveva norme per il culto e un santuario terreno. Fu costruita infatti una tenda, la prima, nella quale vi erano il candelabro, la tavola e i pani dell'offerta; essa veniva chiamata il Santo. Dietro il secondo velo, poi, c'era la tenda chiamata Santo dei Santi, con 4l'altare d'oro per i profumi e l'arca dell'alleanza tutta ricoperta d'oro, nella quale si trovavano un'urna d'oro contenente la manna, la verga di Aronne, che era fiorita, e le tavole dell'alleanza. E sopra l'arca stavano i cherubini della gloria, che stendevano la loro ombra sul propiziatorio. Di queste cose non è necessario ora parlare nei particolari.
Disposte in tal modo le cose, nella prima tenda entrano sempre i sacerdoti per celebrare il culto; nella seconda invece entra solamente il sommo sacerdote, una volta all'anno, e non senza portarvi del sangue, che egli offre per se stesso e per quanto commesso dal popolo per ignoranza

Dal Vangelo secondo Luca (Luca 10: 38-42 e 11: 27-28) : Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. Essa aveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; Marta invece era tutta presa dai molti servizi. Pertanto, fattasi avanti, disse: «Signore, non ti curi che mia sorella mi ha lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». Ma Gesù le rispose: «Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti agiti per molte cose, ma una sola è la cosa di cui c'è bisogno. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta». - “Mentre diceva questo, una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: «Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!». Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

 

Inni

 

Troparion

 

Oggi è l'anteprima della buona volontà di Dio,
Della predicazione della salvezza dell'umanità.
La Vergine appare nel tempio di Dio,
In attesa di annunciare Cristo a tutti.
Rallegriamoci e cantiamo per lei: Rallegrati,
O Adempimento Divino della dispensazione del Creatore.

 

Kontakion

 

Il tempio più puro del Salvatore;
La preziosa Camera e Vergine;
Il sacro Tesoro della gloria di Dio,
Si presenta oggi alla casa del Signore .
Porta con sé la grazia dello Spirito,
Pertanto, gli angeli di Dio la lodano:
"Veramente questa donna è la dimora del paradiso."
 
                                                                  a cura di
 

Mons. Filippo Ortenzi 

Arcivescovo Chiesa Ortodossa Italiana

 

ps la foto è un quadro di Giotto 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password