Tuturano (Brindisi), parroco positivo al coronavirus, la cittadinanza: "Torneremo di nuovo ad abbracciarci"

Il Sars-CoV-2 è arrivato anche nella piccola frazione brindisina e ha colpito il sacerdote della chiesa Maria Santissima Addolorata. La popolazione è in apprensione, tamponi ai contatti stretti.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 14/11/2020 in Attualità da Federico Sanapo
Condividi su:
Federico Sanapo

La comunità della piccola frazione brindisina di Tuturano, in provincia di Brindisi, si stringe attorno al parroco della chiesa Maria Santissima Addolorata, dopo che lui stesso ha annunciato ai cittadoni di essere positivo al coronavirus Sars-CoV-2. Le condizoni di salute del sacerdote, al momento, non desterebbero particolari preoccupazioni, anche se da giorni accusa un sintomi simili ad un lieve raffreddore. Nella giornata del 12 novembre il religioso, di cui omettiamo le generalità per motivi di privacy, continuando ad accusare alcuni sintomi simili alla Covid-19 ha deciso di fare un tampone privatamente presso un laboratorio privato di Mesagne. L'esito è stato positivo. A questo punto il sacerdote ha avvisato tutti i suoi contatti stretti e ha fatto circolare un messaggio audio su Whatsapp. Della vicenda è stata avvisata anche la Diocesi di Brindisi, ovvero il vescovo Monsignor Domenico Caliandro. Sono tanti i messaggi di solidarietà arrivati al parroco della Santissima Addolorata di Tuturano. Il gruppo di catechisti ed educatori ha scritto sui social parole di conforto ed emozionanti nei confronti del parroco. "Torneremo di nuovo ad abbracciarci...E sarà bellissimo" - così scrivono i parrocchiani sulla pagina social del sacerdote. La pagina Facebook ufficiale di Tuturano, "Il Tuturanese la chiazza", ha postato una foto del religioso augurandoli una pronta guarigione. La chiesa dell'Addolorata è stata momentanemente chiusa al pubblico per poter effettuare la sanificazione, mentre in queste ore verranno sottoposti a tampone tutti i contatti stretti del parroco. Sulla vicenda seguiranno aggiornamenti. 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password