Mesagne (Brindisi): sei persone positive alla Covid-19 in città, 20 in isolamento fiduciario

Lo ha annunciato il sindaco di Mesagne, Toni Matarrelli, dopo la pubblicazione del bollettino regionale di oggi 26 ottobre. Domani prevista una manifestazione dei commercianti della città.

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 26/10/2020 in Attualità da Federico Sanapo
Condividi su:
Federico Sanapo

COMUNICATO DEL SINDACO DI  MESAGNE TONI MATARELLI SU SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA SARS-COV-2

Sono 6 i mesagnesi attualmente positivi, 20 persone risultano in isolamento fiduciario. I dati nella nostra città rivelano una situazione tendenzialmente sotto controllo, ma l'impennata nella curva dei contagi a livello nazionale e regionale non consente di abbassare minimamente la guardia: invito al rispetto puntuale delle misure previste per contenere la diffusione del virus.

Calendario di apertura del Cimitero: nei prossimi giorni, comunicheremo gli orari per consentire accessi regolamentati. Stiamo prevedendo 11/12 ore di ingressi non stop, per almeno 4/5 giorni, evitando così possibili assembramenti nel Giorno della Commemorazione dei Defunti. Diffonderemo la notizia con tutti i dettagli.

Il nuovo DPCM sta mettendo a dura prova le certezze economiche di commercianti e imprenditori: per domani è stata annunciata a Mesagne una manifestazione in piazza. I disagi e l'amarezza sono comprensibili, perciò domani sarò presente per esprimere la mia solidarietà. So che tutto si svolgerà nel rispetto della civile convivenza e delle prescrizioni che conosciamo. Occorre rispettare le regole poste dal Governo ma questi operatori vanno sostenuti e ristorati immediatamente, augurandoci tutti che questo periodo passi davvero in fretta.

Torna la didattica a distanza nelle scuole superiori: mi suscita una tristezza profonda perché sappiamo bene che la scuola assolve al meglio la propria funzione solo quando i ragazzi hanno la possibilità di confrontarsi e crescere, con gli altri, in presenza.

Dobbiamo essere tutti consapevoli del fatto che ci troviamo in una fase difficile, che richiede attenzione e responsabilità, un momento transitorio che non ci deve impedire di continuare a vivere le nostre vite. Perché la normalità, che non tarderà a tornare, non dovrà trovarci impreparati.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password