Renzi: "Stop al denaro contante, sotto materassi degli italiani 150 miliardi di euro"

La proposta del leader di Italia Viva: "Tassiamoli del 10/15% per farli emergere senza sanzioni"

pubblicato il 04/06/2020 in Attualità da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

"Il contante, la mia opinione è la seguente: noi dobbiamo superare il contante, noi dobbiamo andare verso la società senza contante". Lo ha affermato il leader di Italia Viva, Matteo Renzi, in diretta Facebook parlando del suo nuovo libro "La mossa del cavallo. Come ricominciare, insieme"

Ha poi aggiunto 

"Che cosa vuol dire? Per andare alla società senza contante bisogna decidere come fare, c'è la carta di credito e si può usare il telefonino. Se vogliamo superare il contante dobbiamo agevolare le transazioni elettroniche, fare un modello di business sulle società di pagamento digitale, ma il punto fondamentale che c'è è che c'è un sacco di contante fermo da una parte, si parla di una cifra pari a 150 miliardi di euro".

Infine

"Questi soldi fermi sotto il materasso - spiega - sono lì perché evidentemente non si sono rispettate tutte le regole altrimenti non sarebbe fermo lì. Cosa vogliamo fare? Tiro fuori il contante, pago una tassa tra il 10 e il 15 per cento e non  verrò perseguito e questo potrebbe portare 100 miliardi immessi sul mercato".

Guarda il video https://www.ansa.it/sito/videogallery/economia/2020/06/03/renzi-serve-voluntary-disclosure-sul-contante_19bbacfb-d6b8-4b7d-95a8-5af9b6c25b8e.html

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password