Solidarietà abruzzese, lo stilista Racioppo dona mascherine ai bambini con patologie

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 01/05/2020 in Attualità da Doriana Roio
Condividi su:
Doriana Roio

La macchina della solidarietà abruzzese non si ferma: la voglia di aiutare gli altri e mettersi a disposizione della comunità è sempre elevata come nel caso del fashion designer Simone Racioppo.

Lo stilista abruzzese di fama internazionale, infatti, dopo aver donato un suo abito con la campagna “Doniamo un respiro” insieme a Kiwanis Varese, si sta dedicando alla produzione di mascherine, volta ad aiutare chi in questo momento è in difficoltà.

“Ho pensato di aiutare chi non può permettersi l’acquisto di mascherine - spiega Racioppo - La produzione è realizzata interamente a mano, “a forma” con  un taglio particolare, con il disegno di mento e naso che permettono un’adesione perfetta agevolando così anche la respirazione. Il tutto ovviamente studiato dopo prove di modellistica”.

“Sono mascherine – prosegue lo stilista – in puro cotone con all’interno un filtro in tessuto non tessuto che può essere lavato in acqua corrente insieme alla mascherina stessa”.Oltre a ciò una linea fashion di alta moda: “Sì, realizzo anche mascherine in pizzo francese ricamate a mano con cristalli Swarovski”.

Non solo, la solidarietà è nel dna del designer abruzzese. Da qui ai prossimi mesi, infatti, Simone Racioppo, tramite la sua agenzia GBA Pescara e in collaborazione con il Kiwanis Chieti-Pescara G. D’Annunzio, donerà mascherine ai bambini affetti da patologie pediatriche.

Per acquistare e ricevere le mascherine, si può contattare lo stilista sulle sue pagine social di Instagram e Facebook.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password