Igea Banca. A Palermo i gilet azzurri della FABI protestano ancora con i sindacati davanti la Banca d’Italia

La FABI preannuncia altre eclatanti iniziative di protesta con Igea Banca

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 01/02/2020 in Attualità da Filippo Virzì
Condividi su:
Filippo Virzì

Continua la protesta dei “gilet azzurri” Fabi contro i licenziamenti dell’istituto. Raffa: «L’azienda revochi subito i provvedimenti e rinunci a sperimentare, in Sicilia, un laboratorio per “cacciare” i bancari»


Si alza il livello della protesta dei sindacati contro i due licenziamenti di  Igea Banca  La battaglia si è spostata dalla sede del contestato istituto di credito agli uffici della Banca d’Italia di Palermo, con un sit in, questa mattina, organizzato dalla Fabiassieme ai sindacati di categoria First/Cisl – Fisac/Cgil – Unisin e delle confederazioni Cisal e Ugl) davanti alla sede dell’autorità di vigilanza.

«Altra manifestazione di protesta riuscitissima con i tantissimi gilet azzurri della Fabi. L’azienda revochi subito i licenziamenti e rinunzi a sperimentare, in Sicilia, un laboratorio per licenziare i bancari» ha commentato il coordinatore della Fabi Sicilia, Carmelo Raffa. «Nella categoria del credito continuiamo a condividere» ha continuato il sindacalista «solo ed esclusivamente prepensionamenti volontari e non coattivi utilizzando il Fondo esuberi Abi e in questo assistiamo, invece, a licenziamenti secchi mai operati nel settore del credito per ragioni organizzative».

La protesta dei sindacati riguarda il licenziamento di due dipendenti di Banca Igea, legati al progetto di fusione dell’istituto con la Banca del Fucino.  La scorsa settimana i “gilet azzurri” della Fabi si erano riuniti di fronte l’istituto della Banca Igea per protestare contro il provvedimento preso.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password