Cattolici a un bivio: il Papa o Salvini

Giornalisti al soldo de Il Giornale fanno la morale al Papa. Che tempi!!

pubblicato il 09/07/2019 in Attualità da Enzo Carmine Delli Quadri
Condividi su:
Enzo Carmine Delli Quadri

Leggo, frastornato e deluso, l’articolo di prima pagina de Il Giornale di oggi 9 luglio 2019 a firma di Camillo Langone. C’è di che chiedersi a che punto di stortura sia arrivata la mente umana. Questo esimio giornalista, dapprima parla di chi, dopo decenni di politici sedicenti cristiani islamofili, omossessualisti, si rincuora alla vista di un ministro che maneggia il rosario. E già qui dimostra tutto il suo spregio verso il dettato cristiano che non differenzia l’essere umano, non lo categorizza, non ne fa una classificazione a seconda di sesso o religione. 
Ma continua, portando ad esempio una signora che avrebbe detto, rivolgendosi al Papa Bergoglio: deve affogare in quei flutti che vorrebbe trasformare in comoda rotta immigratoria. Ebbene, l’esimio giornalista giustifica la signora in nome di una esasperazione che, secondo lui, sarebbe stata indotta dal Papa stesso. Da non credere a quale livello possa giungere un giornalista esimio come Camillo Langone. Per farla breve, secondo lui, ogni reazione ad una azione, qualunque essa fosse, sarebbe giustificata. Sarebbe giustificato il tizio che, vedendo passare il Papa, decidesse di linciarlo; sarebbe giustificato l’uomo che, esasperato dal vicino, decidesse di sparargli un colpo in faccia; sarebbe giustificato chi decidesse di farsi giustizia da solo esasperato dal pensiero di un altro. Da non credere.
Ma non finisce qui, perché l’esimio giornalista si spinge più in là. Decide di non leggere il discorso del Papa letto durante la messa da lui dedicata agli immigrati e, con sprezzo del ridicolo, afferma che il Clero sta utilizzando la Bibbia a fini politici per cui sarebbe giusto scegliere tra il Vangelo e il Vaticano. Avete letto bene!! Camillo Langone si autoproclama nuovo Papa Nero. Lui si che sa interpretare la Bibbia e il dettato Cristiano!!  Papa Bergoglio, per lui, no, non è in grado. Quando il diavolo annebbia le menti, come ha annebbiato quella di Longoni, siamo in pericolo tutti. D’altra parte, di cosa ci meravigliamo? Tanti finti cristiani hanno commesso genocidi in nome di Dio, nel silenzio della loro coscienza.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza