I Modà: «Siamo agghiacciati davanti a tali accuse»

Il fonico è ai domiciliari per molestie sessuali su minori

pubblicato il 15/01/2014 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione
Kekko Silvestre

«Siamo agghiacciati alla sola idea che sia potuto succedere quello di cui non abbiamo mai avuto alcun sentore». È la reazione a caldo dei Modà alle accuse nei confronti del fonico della band, Paolo Bovi, di molestie sessuali.
I fatti risalirebbero al 2011. Bovi, animatore di parrocchia nell'hinterland milanese, ha fondato proprio nell'ambiente parrocchiale la band insieme a Kekko Silvestre e gli altri. Inizialmente suonava anche lui, prima di passare 'dietro le quinte'.

«Speriamo che la magistratura concluda presto le indagini - concludono i Modà - e che il loro esito non sia terrificante come lo è il loro avvio».

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password