Libera la ragazza che ha ucciso il padre violento: "Ha agito per difendersi"

L’accusa è stata derubricata da omicidio volontario a eccesso colposo di legittima difesa

pubblicato il 21/05/2019 in Attualità da redazione
Condividi su:
redazione

"Al momento la ragazza è indagata per eccesso colposo di legittima difesa, ma non è escluso che, nelle prossime due settimane, si possa chiedere al Gip l'archiviazione perché la ragazza, allo stato degli atti a nostra conoscenza, ha agito per difendersi".

Lo dice il procuratore capo di Tivoli, a riguardo della posizione di Deborah Sciacquatori, la giovane di Monterotondo, in provincia di Roma, che ha ucciso il padre Lorenzo, 41 anni, per difendere lei stessa ed i suoi cari da ennesimi atti di violenza domestica del genitore.

Secondo gli inquirenti Deborah - tornata libera - ha colpito il padre, ex pugile, disoccupato, alcolista e con vari precedenti, per proteggere se stessa, la mamma e la nonna dalle continue violenze dell’uomo, che anche domenica mattina era tornato a casa ubriaco e aveva preso a pugni i familiari.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza