La semina di Salvini contro gli immigrati entra a scuola

Chi semina vento raccoglie tempesta.

pubblicato il 22/02/2019 da Enzo Carmine Delli Quadri in Attualità
Condividi su:

Il Ministero dell’Istruzione ha preso, in attesa di ulteriori accertamenti, la decisione di sospendere in via cautelare un maestro delle elementari accusato di atteggiamenti razzisti verso due alunni di una scuola primaria di Monte Cervino, quartiere di Foligno. Il maestro avrebbe messo in punizione un bambino di colore, esclamando di fronte a tutta la classe: “Ma che brutto questo bambino nero. Bambini non sembra anche a voi brutto? Girati così non devono guardare”. Anche la sorellina maggiore, che frequenta la quinta elementare nello stesso istituto, avrebbe subito quel trattamento. A rivelarlo sono stati i genitori dei due bambini su Facebook con un post, poi rimosso, in base a quanto gli hanno raccontato i figli.

Cosa possiamo aspettarci di diverso se al governo c’è un  ministro dell’interno che, con le sue dichiarazioni e azioni, ha fomentato questo atteggiamento negativo, fino al razzismo, che è entrato addirittura nelle scuole? E lo ha fatto ripetutamente senza tentennamenti con dichiarazioni urbi et orbi del tipo: “Per gli immigrati clandestini è finita la pacchia; preparassero le valigie, in maniera educata e tranquilla, ma se ne devono andare” “Gli immigrati hanno mangiato abbondantemente alle spalle degli altri, per troppo tempo” "Mattarella paragona gli italiani emigrati (e morti) nel mondo ai clandestini mantenuti in Italia per fare casino? Si vergogni! Mattarella non parla a nome mio". “Bisogna salvare chiunque in mezzo al mare, ma poi riportarlo indietro. Bisogna scaricarli sulle spiagge, con una bella pacca sulla spalla, un sacchetto di noccioline e un gelato".”Quando saremo al governo polizia e carabinieri avranno mano libera per ripulire le città. La nostra sarà una pulizia etnica controllata e finanziata, la stessa che stanno subendo gli italiani, oppressi dai clandestini".

Seminando, seminando…raccoglieremo odio: la scena segnalata del maestro che espone un bambino come fosse una scimmia è la punta di un iceberg che potrebbe travolgere tutto e tutti.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con la tua mail

Video in evidenza