ARACELI DEL CONT, MISS EUROPE CONTINENTAL 2018. L'intervista di Notizie Nazionali.net

Abbiamo intervistato per voi la nuova bellezza europea proveniente dalla bosnia che ha conquistato la giuria della famosa kermesse di Alberto Cerqua

Articolo di giornalismo partecipativo pubblicato il 22/01/2019 da Sante Cossentino in Attualità
Condividi su:

Araceli Del Cont e’ stata eletta Miss Europe Continental 2018, Il concorso internazionale del giovane patron Alberto Cerqua.

Araceli,  cosa si prova a diventare una Miss Europe Continental?

Nel momento in cui sono stata incoronata Miss Europe Continental ho sentito un’immensa gioia, una felicità che mi ha invaso! Sinceramente sono rimasta sorpresa, è stato unico, ho provato tante emozioni insieme, aver raggiunto il mio obiettivo e aver realizzato uno dei miei sogni è stato qualcosa che mi è piaciuto molto.

Dal momento che Miss Europe Continental intende valorizzare le donne ed i loro valori, qual è la tua missione per quest’anno per quanto riguarda le donne d’Europa che da questo momento in poi ti prenderanno come punto di riferimento?

Intendo mostrarmi come una donna forte con capacità di comando. Nel corso della storia, infatti, il ruolo delle donne è stato sempre relegato alle faccende domestiche, e nonostante la società  si stava modernizzando e le donne stavamo dimostrando che siamo in grado di svolgere gli stessi compiti e le stesse attività di un uomo, tuttavia, molte società  restano ancora molto riluttanti a cambiare e questo influenza il modo in cui percepiamo noi stessi le donne. Il mio obiettivo è allora quello di essere in grado di contribuire a cambiare il modo in cui le donne possono dimostrare equità nelle loro abilità all’interno della società, e quindi raggiungere qualsiasi obiettivo che ci poniamo.

Che lezione hai imparato da questo percorso e da quest’esperienza con Miss Europe Continental che vuoi condividere ?

Ho imparato che la confluenza tra le persone provenienti da Paesi diversi con le loro rispettive culture può essere visto dall’esterno come qualcosa di discutibile. Quando ci si trova al momento di stabilire questi rapporti interpersonali con tutte le persone coinvolte ci si rende conto di quanto se ne possa uscire arricchite,  alla luce dell’esperienza da me effettuata. Ogni persona che faceva parte di questo grande ed importante evento internazionale mi ha lasciato qualcosa,  così come tutte le partecipanti provenienti da ogni nazione europea.

Qual è il segreto per essere eletta la più bella d’Europa avendo la meglio su tante altre ragazze del vecchio continente ?

Non posso dire che non era difficile vincere, richiede molta dedizione, preparazione e sarò sincera, voglio dire a tutti che mi sono sforzata molto per raggiungere l’obiettivo tanto desiderato e raggiungerlo. Questo concorso dà una visibilità incredibile, e offre opportunità internazionali di lavoro.  Ma ogni sforzo ha la sua ricompensa, se si dispone di un sogno per cui combattere bisogna non mollare mai, gli ostacoli che possono sorgere ci saranno sempre in molti settori della vita  ma da essi  è importante imparare!  Bisogna allora mantenere sempre uno spirito positivo e, soprattutto, fare le cose con il cuore.

Sei bosniaca. La tua provenienza ha reso un po’ più difficile raggiungere il traguardo?

Per fortuna non tutto passa attraverso la politica economica di un paese o di situazione, ma la grandezza di un popolo ha a che fare con la sua storia e ciò che i nostri antenati ci hanno trasmesso. E io ho vinto come Araceli, come persona, con i miei valori e per quella che sono.

I tuoi sogni?
voglio essere un esempio per tante ragazze. C’è un mondo migliore che ci attende e abbiamo una grande responsabilità nel realizzare quel cambiamento che ci porterà ad allargare e migliorare il nostro futuro.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con la tua mail

Video in evidenza