Ancona, la tragedia in discoteca: sei le vittime, sette in pericolo di vita

Almeno un centinaio i feriti, "venduti più biglietti dei posti disponibili"

pubblicato il 08/12/2018 in Attualità da Redazione
Condividi su:
Redazione

Tragedia a Corinaldo, vicino ad Ancona, dove durante un concerto all'interno della discoteca La Lanterna Azzurra, del trapper Sfera Ebbasta, il fuggi fuggi a causa di una sostanza urticante diffusa all'interno ha provocato il panico tra i giovanissimi presenti e il crollo di una balustra nella calca.

Al momento è di cinque ragazzi e una madre che aveva accompagnato la figlia morti travolti dalla calca e oltre 100 feriti. Al momento ci sono 12 codici rossi (di cui 7 in pericolo di vita), 45 codici verdi e 9 codici gialli. Proclamato il lutto cittadino a Corinaldo e a Senigallia.

Si sta muovendo due due fronti, con diverse ipotesi di reato, l'indagine sulla tragedia. Da un lato si indaga su chi ha spruzzato lo spray al peperoncino; dall'altro sul sovraffollamento e sulle misure di sicurezza della discoteca. I reati al vaglio sono, nel caso della persona che ha usato lo spray - sembra una ragazza - quelle di morte come conseguenza di altro reato o l'omicidio preterintenzionale. Nel caso dei gestori della discoteca, l'omicidio colposo. "I biglietti venduti sono circa 1.400 a fronte di una capienza di 870 persone circa", ha detto il procuratore capo della Repubblica di Ancona Monica Garulli.

Sono stati resi noti dal vicepremier Di Maio con un post su Facebook: "Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Matttia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia e la mamma Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia. È assurdo morire così. Come governo faremo massima chiarezza sulla dinamica della vicenda. Un abbraccio e un pensiero alle famiglie". L'ipotesi investigativa è che il numero dei presenti fosse superiore a quello consentito.

Fonte: Ansa.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password

Video in evidenza