"Chiedo giudizio immediato": la Sindaca Raggi decanta la sua innocenza

Si difende su Facebook, dopo le numerose accuse

pubblicato il 03/01/2018 in Attualità da Samantha Ciancaglini
Condividi su:
Samantha Ciancaglini

Accusata di falso in relazione alla nomina a capo del dipartimento Turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello del suo ex braccio destro Raffaele, la Sindaca Raggi si difende.

La sua difese parte da un post di Facebook, la Procura ha invece chiesto l'archiviazione per il reato di abuso d'ufficio sia per la nomina di Renato Marra che per la nomina a capo della segreteria politica di Salvatore Romeo, ma c'è chi ancora la accusa per la nomina per il capo di dipartimento del Turismo. E allora la Sindaca grida a gran voce la sua innocenza, su una piattaforma dove tutti la possono ascoltare: Facebook.

"Ho chiesto al Tribunale di Roma il giudizio immediato nel procedimento aperto nei miei confronti dalla procura capitolina. Desidero che sia accertata quanto prima la verità giuridica dei fatti. Sono certa della mia innocenza e non voglio sottrarmi ad alcun giudizio. Ho piena fiducia nella giustizia e credo fermamente che la trasparenza sia uno dei valori più importanti della nostra amministrazione".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password