La riviera romagnola in ginocchio dopo il nubifragio di lunedì scorso

Rimini probabilmente chiederà lo stato di calamità naturale

pubblicato il 26/06/2013 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione
Foto da youreporter.it

Un'anziana annegata, campi e attività produttive allagati, sistema fognario fuori uso, auto bloccate in garage e sottopassi. La conta dei danni dopo il nubifragio sulla riviera romagnola di lunedì scorso (24 giugno) dipinge una zona in ginocchio proprio alle porte della stagione turistica, settore trainante del territorio.

Il Pd di Rimini sta valutando di chiedere lo stato di calamità naturale. A portarlo all'attenzione della Camera è stato il deputato del Partito Democratico, Tiziano Arlotti. Sono ingenti i danni alle strade, agli immobili pubblici e privati e alle attività produttive: diversi stabilimenti hanno dovuto interrompere la produzione. Le maestranze, gli amministratori locali e gli operatori del turismo invocano un intervento urgente per non compromettere la stagione. 

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password