Nessuna proroga per la certificazione dei vaccini all'iscrizione scolastica

Intanto scoppia un altro caso di morbillo: un'infermiera, Senigallia

pubblicato il 28/08/2017 in Attualità da Samantha Ciancaglini
Condividi su:
Samantha Ciancaglini

Nessuna proroga per la certificazione dei vaccini all'iscrizione scolastica.

Lo dice la Ministra Fedeli: riconosce che il carico di lavoro sarà pesante, ma la certificazione dei vaccini è diventata una necessità. "E' un'estate complicata - ha osservato Fedeli - ma sono ottimista. Durante il dibattito, anche acceso e contrastato, sui vaccini si è diffusa una maggiore consapevolezza sulla loro importanza. Sono più preoccupata per il carico burocratico." che ricade sulle scuole, che "per il fatto di trovare molti genitori che non vogliono vaccinare i propri figli". "A oggi - ha aggiunto - la situazione negli istituti è difficile da verificare, lo vedremo di più nei prossimi giorni. Stiamo avvertendo un lavoro fatto tra uffici scolastici regionali e provinciali con gli enti locali e con il servizio sanitario locale per facilitare l'acquisizione della documentazione ai genitori. Questo è l'elemento più importante su cui abbiamo lavorato da subito come Miur".

Basta, per l'iscrizione delle scuola da 0-6 anni, anche la semplice richiesta, "non è responsabilità del genitore: può succedere che ci sia stata la richiesta ma la struttura sanitaria abbia dato appuntamento fra due mesi".

Intanto, scoppia un altro caso di morbillo, nel reparto di Ostetricia dell'Ospedale di Senigallia. L'ostetrica era assente dal lavoro per malattia dal 20 agosto. Il caso è stato segnalato il 25 agosto, la Direzione sanitaria ha segnalato il caso al Servizio Isp-Malattie Infettive del Dipartimento di Prevenzione. Sono stati rintracciati tutti i contatti avuti dall'ostetrica e vaccinati 2 contatti familiari, 2 genitori di neonati e un operatore sanitario. 

Come dettano le procedure previste dalle circolari del Ministero della Salute, sono state contattate telefonicamente le donne che risultavano aver avuto potenzialmente contatti con l'ostetrica per informazione, disponibilità telefonica per eventuali perplessità o dubbi, verifica anamnestica dello stato immunitario ed invito a vaccinazione per i soggetti suscettibili, precauzioni da adottare e invito a presentarsi il giorno successivo in Pediatria.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password