Val di Susa, dopo una lite in strada li insegue col pullmino e li falcia: muore una 27enne

Grave il fidanzato della donna, alla guida della moto: a compiere il gesto un 50enne ubriaco

pubblicato il 10/07/2017 in Attualità da Nicola Di Santo
Condividi su:
Nicola Di Santo

Un 50enne alla guida di un pullmino nero ha avuto un diverbio con un centauro, lo ha inseguito e ha deliberatamente investito il mezzo a due ruote su cui si trovava anche la fidanzata del motociclista, morta dopo l'impatto. E' successo ieri pomeriggio all'altezza della rotonda di Condove, in Val Susa, all'ingresso del paese sulla statale 24.

L'uomo, Maurizio De Giulio, 50 anni, torinese, è stato incriminato per l'omicidio stradale di Elisa Ferrero, 27 anni, morta sul colpo. Il conducente della moto invece, Matteo Penna di 29 anni, è rimasto gravemente ferito ed è stato trasportato in elicottero al Cto di Torino.

Secondo una prima ricostruzione del fatto, i due uomini avevano litigato poche centinaia di metri prima per questioni legate alla viabilità. Il motociclista, nell'occasione, avrebbe anche sferrato un pugno contro un finestrino del veicolo. A quel punto il cinquantenne avrebbe inseguito la moto che, una volta giunta alla rotonda, ha rallentato, venendo schiacciata contro il guard rail dal furgone. L'uomo è stato sottoposto all'alcoltest ed è risultato positivo: aveva bevuto il doppio del limite consentito. Sul mezzo si trovavano anche la moglie e il figlio dell'uomo.

De Giulio ha avuto un precdente simile: sette anni fa, a Moncalieri, era stato arrestato per aver causato un incidente perchè ubriaco, ed era finito in manette dopo aver aggredito vigili e carabinieri.

 

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password