Fiumicino: disinnescato ordigno bellico all'aeroporto

In azione un nucleo di artificieri dell'Esercito

pubblicato il 29/11/2013 in Attualità da a cura della redazione
Condividi su:
a cura della redazione

Disinnescata una bomba d'aereo nei pressi della recinzione dell'aeroporto di Fiumicino. L'operazione è stata effettuata questa notte da un nucleo di artificieri dell'Esercito. La bomba, risalente al secondo conflitto mondiale, era stata rinvenuta nei giorni scorsi durante l'esecuzione di lavori stradali. L'ordigno, spiega una nota dell'Esercito, una bomba del tipo M64 di 500 libbre di fabbricazione americana, è stato trovato con le spolette ancora funzionanti. Una volta condotte le necessarie procedure per la messa in sicurezza dell'area, gli artificieri dell'Esercito hanno disinnescato l'ordigno per poi farlo brillare in sicurezza.

Dall'inizio dell'anno, gli specialisti del 6° Reggimento Genio Pionieri hanno disinnescato oltre 2.700 ordigni, tra questi 9 bombe d'aereo, 1.793 bombe a mano, 17 mine e più di 800 ordigni da mortaio. Il 6° Reggimento Pionieri è uno dei 12 reggimenti del genio dell'Esercito in grado di intervenire per la bonifica degli ordigni esplosivi e dei residuati bellici. Ogni reggimento genio ha competenza su una parte del territorio nazionale e, dall'inizio del 2013, gli artificieri dell'Esercito hanno eseguito circa 2.100 interventi specialistici per la bonifica di ordigni in tutta la penisola. Negli ultimi 10 anni gli interventi sono stati oltre 30.000.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password