Partecipa a Notizie Nazionali

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Raccontare la Sardegna e le sue bellezze: ecco il progetto di Michela

Il blog è un interessante esperimento che si pone come crocevia tra un’enciclopedia, una guida turistica virtuale e una fiera online

Condividi su:

 

È online da ieri Sardegna in link (www.sardegnainlink.com), il portale dedicato alle bellezze dell'Isola al centro del Mediterraneo che spazia dall’archeologia alla lingua sarda, dai primati alle curiosità, alla cucina apprezzata universalmente che pare racchiuda il segreto della longevità.
La direzione creativa del portale è affidata a Michela Zaccheddu - che cura per il sito anche i contenuti editoriali grazie ad una redazione dedicata - che esordirà nei prossimi giorni con un articolo su Bortigali, il paese che da cinque anni l’ha accolta e dove ha sede il blog che si presenta come un interessante esperimento che si pone come crocevia tra un’enciclopedia, una guida turistica virtuale e una fiera online.
Il logo – si legge nella presentazione - è curato da Lucia Cadeddu ed è stato pensato partendo dalla stilizzazione dell’albero di Eleonora d’Arborea, l'eroina sarda che ha saputo, in un distillato di modernità e saggezza, dare un ordine sistematico e armonico a ciò che era stato prima di lei in Sardegna.
Il progetto, che prende vita dopo 5 anni di “concepimento” ( inteso come ideazione, progettazione e realizzazione), mira a valorizzare le risorse del territorio e internazionalizzare la Sardegna in chiave turistica ed attrattiva: i quattro mori presenti nell’albero del Logo sono le fermate di una ipotetica metropolitana isolana che unisce idealmente la Sardegna all'Europa.
Uno spazio importante, all'interno del portale, sarà quello dedicato alla Tradizione : perché, scrive Michela, “essa è ancora oggi la linfa della Sardegna”. Tanti quindi gli approfondimenti a tema, ma anche una sezione dedicata ai principali eventi che di quella tradizione sono espressione e rappresentazione autentica.
Una sorta di “viaggio virtuale” dunque quello proposto da SardegnainLink, dentro le peculiarità di un'isola unica, con una narrazione evocativa di atmosfere magiche ma mettendo anche “in vetrina” il meglio della cultura e della produzione sarda per raggiungere un mercato che è quello del turismo internazionale.
Una sfida che parte dal centro della Sardegna, da Bortigali appunto, e che guarda lontano, scommettendo sul futuro di una terra che, oggi più che mai, deve credere in se stessa e puntare sulle enormi risorse ambientali, archeologiche e culturali per ricostruire un tessuto economico e sociale impoverito dalla crisi.
Iniziative di questo tipo, ben radicate nel cuore dell'isola ma con lo sguardo rivolto ad un futuro sostenibile, sono un contributo importante nell'ottica di una nuova visione di Sardegna, che nasce dal basso e crede in un percorso alternativo.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook