77enne morto nel bagagliaio, continuano le indagini per omicidio contro ignoti

Non si esclude l'ipotesi del gesto volontario

pubblicato il 13/03/2017 in Attualità da Costanza Tosi
Condividi su:
Costanza Tosi

Si indaga per omicidio contro ignoti, non ancora esclusa l'ipotesi di un suicidio simulato, ma resta plausibile l'ipotesi di un gesto volontario.   

Continuano le indagini sulla morte del 77enne Anthony Collinssplatt, canadese con passaporto inglese, ex professore dell'accademia militare di Modena, celibe, trovato morto venerdì con un taglio sul collo, all'altezza della gola, nel bagagliaio della sua auto, accesa, all'interno del garage di casa sua, in via Turati a Pavullo.

Questa mattina il sostituto procuratore, Enrico Stefani, ha affidato l'incarico della perizia autoptica ad un medico legale.
 Accertamenti che punteranno, sia a rilevare la presenza sia in che quantità di monossido nei tessuti del cadavere. Così da stabilire se l'uomo sia morto per intossicazione, a causa del gas di scarico, o per il vistoso taglio, a quanto pare largo ma rimane da capire quanto profondo.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password