Stanziamento di 100 milioni di euro per le indagini di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici

La Ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, ha esposto le linee programmatiche del MIUR

pubblicato il 28/02/2017 in Attualità
Condividi su:

Nel  corso dell'audizione presso le commissioni Cultura riunite di Camera e Senato Valeria Fedeli ha esposto le linee programmatiche del Miur  (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) e tra i primi temi trattati, anche quello dell'edilizia scolastica.

Fedeli ha dichiarato che il Miur ha già predisposto e presenterà nelle prossime settimane un emendamento governativo, in sede di conversione del recente decreto legge per le misure urgenti per le popolazioni colpite dagli eventi sismici, per finanziare le indagini di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici nelle aree a rischio sismico 1 e 2, con uno stanziamento di 100 milioni di euro.

La Ministra ha ricordato che secondo il panorama censito dall'Anagrafe dell'edilizia scolastica nel 2015, circa 2900 edifici scolastici si trovano in zone a rischio sismico 1 e circa 14mila in zone a rischio sismico 2, ed ha ribadito l'impegno nel proseguire "sulla strada del lavoro e dei finanziamenti finora avviati, a partire proprio dalle zone terremotate".

Inoltre, interpellata sullo strumento dello School Bonus, ha ricordato che lo strumento finanziario si pone come possibilità per i cittadini di sostenere il sistema scuola volontariamente e non va in alcun modo a sostituirsi alle risorse statali.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password