Medico timbra il cartellino e va a giocare a tennis

Tra gli indagati anche un dipendente che andava a fare un secondo lavoro

pubblicato il 24/02/2017 in Attualità da Costanza Tosi
Condividi su:
Costanza Tosi

Oltre alla cosiddetta "strisciata plurima" dei badge, per far risultare presenti dipendenti che, invece, erano assenti, adesso le telecamere dei carabinieri hanno documentato l'assenza dei dipendenti all'interno dell'ufficio rilevazioni presenze e assenze. Coloro incaricati di eseguire i controlli finalizzati al rispetto delle clausole contrattuali; uno dei dipendenti, è emerso, durante l'orario di servizio andava a fare lo chef in una struttura alberghiera del Nolano.

Documentato anche il caso di un medico, che risulta indagato, il quale mentre era in servizio prendeva il taxi e andava a giocare a tennis oppure a sbrigare faccende personali, come fare compere in gioielleria.

In due anni sono state registrate ore e ore di filmati e di intercettazioni, eseguiti oltre 500 servizi di osservazione e pedinamento: accertati migliaia di episodi. Tra gli indagati si trovano anche due operatori socio sanitari che, quotidianamente, dopo essere stati avvertiti telefonicamente o via sms, "strisciavano" anche 20 badge.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password