Stadio Roma: Ok, ma non a Tor di Valle

Grillo da l’ok, ma con la necessità di spostare il luogo di costruzione

pubblicato il 23/02/2017 in Attualità da Samantha Ciancaglini
Condividi su:
Samantha Ciancaglini

Stadio di Roma: il 3 marzo sta per avvicinarsi, ma non c’è ancora una risposta definitiva dal Campidoglio.
Beppe Grillo prima garantisce "Virginia Raggi farà una dichiarazione tra uno o due giorni". Ovvero venerdì, giorno a cui è slittato l'incontro con i proponenti previsto per oggi e rimandato su richiesta del Comune.

Il leader M5S boccia la "location" di Tor di Valle e scandisce: "Nessuno dice di no, diciamo di sì ma in una parte che non sia quella, e' meglio farlo in una zona che non esonda".
La risposta di As Roma e del costruttore Luca Parnasi è immediata "Dopo 5 anni di lavori su un progetto in stato avanzato di approvazione nel rispetto di leggi, regolamenti e delibere, non è in alcun modo ipotizzabile un sito alternativo a Tor Di Valle. L'area è sicura dal punto di vista idrogeologico e anzi il progetto, con investimenti totalmente a carico dei privati, va a sanare il rischio idrogeologico presente nel quartiere limitrofo di Decima, ben al di fuori del sito dove verrà progettato lo Stadio e dove abitano oltre 10 mila romani".

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password