Stipendi pubblici: la triste storia degli insegnanti

Sono stati eleaborati i dati sugli stipendi relativi al pubblico impiego

pubblicato il 23/01/2017 in Attualità da Samantha Ciancaglini
Condividi su:
Samantha Ciancaglini

Stipendi sotto la media con aumenti sotto la media: questa è la triste storia degli insegnanti.
Chiudono la retribuzione della classifica 2015 con 28.343, con un magro aumento del 11,8%. Aumento e retribuzione davvero magri, se messi a confronto con i loro colleghi del settore pubblico.
Ad esempio dei colleghi che lavorano alla presidenza del Consiglio dei Ministri, hanno visto incrementare i  loro stipendi del 45%, per non parlare del forte incremento dei diplomatici, ben del 37%.
E’ tutto riportato nelle tabelle della Ragioneria generale dello Stato: sono stati pubblicati i dati relativi al conto annuale del pubblico impiego, 2005-2015.
Molto bene anche per color che hanno seguito la carriera prefettizia, che raggiungono una quota di retribuzione di 94.117.
Alla categoria dei magistrati sembra essere andata male, solo il 28,4% di aumento. Se però messo a confronto con gli stipendi della scuola, le toghe hanno un reddito quattro volte maggiore.
Basso incremento anche nelle forze armate e nell’ambiente universitario: per i primi parliamo di +11,6%; per i secondi +8%.
Soffermandosi solo sugli insegnanti, ponendo a confronto le retribuzioni di questi ultimi e dei dirigenti scolastici, i primi arrivano a quota 29.842, i secondi a 58.174.

PARTECIPA AL GIORNALE

Sei già registrato?

Accedi con login e password